Il colosso dei videogiochi licenzia 650 dipendenti

Il colosso dei videogiochi licenzia 650 dipendenti

Il gigante dell’editoria di videogiochi Electronic Arts è l’ultima azienda di giochi a tagliare la propria forza lavoro.

Mercoledì l’azienda ha annunciato il piano di ristrutturazione, comunicando ai dipendenti che taglierà circa il 5% della sua forza lavoro, ovvero più di 650 posti di lavoro.

“Anche se non tutti i team saranno interessati, questa è la parte più difficile di questi cambiamenti e abbiamo considerato profondamente ogni opzione per cercare di limitare l'impatto sui nostri team”, ha scritto il CEO di EA Andrew Wilson in una nota ai dipendenti.

“Dato come e dove operiamo, continuiamo a migliorare la nostra impronta immobiliare globale per supportare meglio la nostra attività”, ha aggiunto Wilson. “Stiamo anche lavorando per ridurre il gaming e abbandonare in futuro lo sviluppo della proprietà intellettuale su licenza che non crediamo avrà successo nel nostro settore in evoluzione. Questa maggiore attenzione ci consente di stimolare la creatività, accelerare l'innovazione e raddoppiare la nostra maggiori opportunità, tra cui la nostra proprietà intellettuale proprietaria, gli eSport e le massicce community online, per offrire l'intrattenimento che i giocatori desiderano oggi e domani. Infine, stiamo razionalizzando le operazioni della nostra azienda per offrire esperienze più profonde e connesse ai fan di tutto il mondo che costruiscono community, plasmare la cultura e far crescere il fandom.

In una dichiarazione di titoli, EA ha affermato che dovrà sostenere spese totali tra 125 e 165 milioni di dollari circa relative al piano di ristrutturazione, inclusi 50-65 milioni di dollari associati alla riduzione degli spazi per uffici e circa 40-55 milioni di dollari. dipendenti e retribuzione dei dipendenti. Costi correlati e da 35 a 45 milioni di dollari di costi associati agli obblighi del licenziante.

READ  Questo anello intelligente e leggero ti aiuta a dormire così non perderai peso - Yanko Design

Ciò includerà l’annullamento di un prossimo evento di alto profilo Guerre stellari Il gioco sparatutto in prima persona, secondo una nota della presidente di EA Entertainment and Technology Laura Milley.

“Come abbiamo guardato [EA’s Star Wars studio] “Nel portafoglio di Respawn negli ultimi mesi, ciò che è chiaro è che i giochi di cui i nostri giocatori sono più entusiasti sono Jedi e la ricca libreria di marchi proprietari di Respawn”, ha scritto Milley. “Sapendo questo, abbiamo deciso di abbandonare lo sviluppo iniziale di Guerre stellari FPS Action Game per concentrare i nostri sforzi su nuovi progetti basati sui marchi di nostra proprietà, fornendo al contempo supporto per i giochi esistenti. È sempre difficile abbandonare un progetto e questa decisione non riflette il talento, la perseveranza o la passione della squadra per il gioco.

Millie ha aggiunto che la società annullerà anche alcuni giochi mobili con licenza, tra cui… Hollywood Kim Kardashian E un Signore degli Anelli Gioco.

Decisione di interrompere lo sviluppo Guerre stellari Il gioco arriva poche settimane dopo che la Disney ha annunciato un importante investimento in Epic Games, con l'intenzione di creare un nuovo mondo che includa… Guerre stellari E personaggi Marvel.

Leggi il promemoria di Wilson qui sotto.

un gruppo,

Stiamo lavorando per intrattenere, ispirare e connettere più persone a contenuti più grandi ed esperienze più profonde che mai. Nell'ultimo anno, abbiamo strutturato la nostra azienda per consentire ai nostri leader creativi di raggiungere le nostre priorità strategiche di intrattenere enormi comunità online, raccontare storie di successo e sfruttare il potere della comunità dentro e intorno ai nostri giochi. Queste azioni ci hanno permesso di creare esperienze più grandi e audaci per centinaia di milioni di giocatori e fan in tutto il mondo.

Stiamo anche guidando una trasformazione sempre più rapida nel settore poiché le esigenze e le motivazioni dei giocatori sono cambiate radicalmente. I fan interagiscono sempre più con le IP più grandi e si rivolgono a noi per esperienze più ampie in cui possono giocare, guardare, creare contenuti e stabilire connessioni più profonde. Il nostro settore è all'avanguardia nel campo dell'intrattenimento e, nell'ambiente dinamico di oggi, stiamo evolvendo il modo in cui lavoriamo e continuiamo a far evolvere la nostra attività.

Essendo un'azienda ricca di innovatori e narratori, crediamo nel valore dei team che innovano insieme e continuiamo a imparare e ad adottare nuovi modi di collaborare per crescere e servire le nostre comunità globali. Considerando come e dove operiamo, continuiamo a migliorare la nostra impronta immobiliare globale per supportare meglio la nostra attività. Stiamo anche lavorando per ritirare i giochi e abbandonare in futuro lo sviluppo di proprietà intellettuale con licenza che non crediamo avrà successo nel nostro settore in evoluzione. Questa maggiore attenzione ci consente di stimolare la creatività, accelerare l’innovazione e sfruttare le nostre maggiori opportunità, tra cui la nostra proprietà intellettuale proprietaria, gli eSport e le enormi comunità online, per offrire l’intrattenimento che i giocatori desiderano oggi e domani. Infine, stiamo razionalizzando le operazioni della nostra azienda per offrire esperienze più profonde e connesse al pubblico di tutto il mondo che costruiscono comunità, modellano la cultura e fanno crescere il fandom.

In questo periodo di cambiamento, prevediamo che queste decisioni avranno un impatto su circa il 5% della nostra forza lavoro. Mi rendo conto che ciò creerà incertezza e metterà alla prova molti che hanno lavorato con tanta dedizione e passione e hanno dato un contributo importante alla nostra azienda. Anche se non tutti i team saranno interessati, questa è la parte più difficile di questi cambiamenti e abbiamo considerato attentamente ogni opzione per cercare di limitare l'impatto sui nostri team. Il nostro obiettivo principale è fornire ai membri del team l'opportunità di trovare nuovi ruoli e percorsi per passare ad altri progetti. Quando ciò non è possibile, supporteremo ciascun collega e lavoreremo con lui con la massima cura, attenzione e rispetto. La rendicontazione su questi impatti è già iniziata e sarà in gran parte completata entro l’inizio del prossimo trimestre.

Voglio esprimere il mio apprezzamento a tutti coloro che hanno contribuito a portare avanti la storia di EA. Siamo una squadra che fa affidamento sui nostri valori per guidare il futuro dell’intrattenimento e non vedo l’ora di vedere cosa creeremo insieme. Grazie per tutto quello che fai.

Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *