Il CEO di UBS Ermotti afferma che le nuove regole bancarie richiederanno mesi

Il CEO di UBS Ermotti afferma che le nuove regole bancarie richiederanno mesi

Sergio Ermotti, CEO del Gruppo UBS, partecipa alla conferenza Building Bridges a Ginevra, Svizzera, il 2 ottobre 2023. REUTERS/Denis Balibous/foto del file Ottenere i diritti di licenza

LONDRA/ZURIGO (Reuters) – L’amministratore delegato del gruppo UBS, Sergio Ermotti, ha affermato che ci vorranno mesi prima che la Svizzera adotti nuove regole bancarie per contribuire a prevenire una corsa agli sportelli, e non si aspetta che mettano il Paese in una posizione scomoda. Svantaggio rispetto ad altre giurisdizioni.

A Ermotti è stato chiesto della proposta di nuove misure per prevenire futuri fallimenti bancari, che potrebbero includere alcune restrizioni sui prelievi e commissioni sulle uscite, come riportato da Reuters la scorsa settimana.

“Sono convinto che la Svizzera si atterrà ai suoi standard”, ha affermato Ermotti. “Non ci vedo particolarmente svantaggiati rispetto ad altre giurisdizioni in termini di legge sulla liquidità”, ha detto agli analisti presentando i risultati del terzo trimestre della banca.

“Daremo seguito alla questione e penso che ci vorranno mesi e mesi prima che l’analisi completa di quanto accaduto si traduca in azioni concrete”, ha affermato, aggiungendo che è difficile tenere traccia di tutte le idee diffuse dai media.

“La nostra speculazione… non credo che farà parte del pacchetto”, ha detto, rispondendo a una domanda sulla revisione che sarà presentata in primavera sulle istituzioni troppo grandi per fallire. “In questa fase – ha aggiunto – anche il ministro delle Finanze ha preso una posizione ufficiale in merito”.

Un’opzione in discussione è quella di distribuire una quota maggiore dei prelievi su periodi di tempo più lunghi, ha riferito Reuters, citando una persona che ha familiarità con la questione.

READ  Oggi è stato aperto un nuovo wine bar del centro: Sioux Falls

Ma il ministro delle Finanze Karin Keller Souter Lo ha detto a Bloomberg Nessuna misura del genere è stata presa in considerazione venerdì nell’ambito della revisione della regolamentazione finanziaria da parte della Svizzera.

Alla domanda su come UBS affronterebbe il compito di rendere i depositi meno volatili, il direttore finanziario Todd Tockner ha detto ai giornalisti che “i clienti passeranno a depositi preferenziali a tempo determinato, e in questo senso sono più a termine fisso – generalmente le relazioni sono sviluppate”. “Per molti anni e continuando per molti anni.”

(Segnalazione di Stefania Spezati, Noel Elian e Oliver Hurt – Preparato da Mohammed per l’Arab Bulletin – Preparato da Mohammed per l’Arab Bulletin) Montaggio di Elisa Martinuzzi e Thomas Janowski

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Stefania è una reporter pluripremiata che si occupa del settore bancario europeo presso Reuters. Con sede a Londra, racconta tutto ciò che riguarda la finanza, dà notizie e approfondisce le più grandi banche del mondo. Nata in Puglia, Italia, Stefania ha iniziato a lavorare come giornalista finanziaria a Milano per MF-DowJones, un’agenzia di stampa sostenuta da Dow Jones e Milano Finanza. Prima di entrare in Reuters, Stefania ha trascorso quasi un decennio presso Bloomberg News a Milano e Londra. Nel 2022, ha co-condotto un’indagine che ha rivelato attraverso il giornalismo dei dati come oltre 130 milioni di sterline di prestiti garantiti dai contribuenti siano andati a società con credenziali discutibili. La storia ha vinto i British Press Awards in Crime and Legal Journalism. Contatto: +44 7500 684790

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *