Il Brasile convoca il suo ambasciatore in Israele per le dichiarazioni di Lula su Gaza Notizie della guerra israeliana a Gaza

Il Brasile convoca il suo ambasciatore in Israele per le dichiarazioni di Lula su Gaza  Notizie della guerra israeliana a Gaza

Israele ha affermato che il presidente brasiliano non è il benvenuto nel Paese dopo aver paragonato la guerra israeliana a Gaza all'Olocausto.

Il Brasile ha richiamato il suo ambasciatore in Israele, e Israele afferma che il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva non è il benvenuto nel paese nel mezzo di una disputa diplomatica dopo che Lula ha paragonato la campagna militare israeliana a Gaza all'Olocausto.

“Ciò che sta accadendo nella Striscia di Gaza con il popolo palestinese non è accaduto in nessun altro momento della storia. È realmente accaduto: quando Hitler decise di uccidere gli ebrei”, ha detto domenica Lula.

Durante la seconda guerra mondiale i nazisti uccisero sistematicamente sei milioni di ebrei.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha descritto le dichiarazioni di Lula come “vergognose e pericolose”.

Il ministro degli Esteri israeliano Israel Katz ha annunciato lunedì che Lula non sarebbe stato il benvenuto nel paese mediorientale finché non avesse ritrattato le sue dichiarazioni.

“Non dimenticheremo e non perdoneremo. È un grave attacco antisemita. A nome mio e dei cittadini di Israele, informate il presidente Lula che è persona non grata in Israele, affinché possa prendersela”. indietro”, ha detto Katz all'ambasciatore brasiliano, secondo una dichiarazione dell'ufficio di Katz.

Israele afferma che il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva non è il benvenuto nel paese {file: Adriano Machado/Reuters]

In risposta, il Ministero degli Esteri brasiliano ha detto che convocherà l'ambasciatore israeliano in Brasile, Daniel Zonshine, ad un incontro a Rio de Janeiro.

“Lui [Brazilian Foreign Minister Mauro Vieira] È stato convocato per consultazioni anche l'ambasciatore brasiliano a Tel Aviv, Frederico Mayer. Lunedì il ministro degli Esteri ha aggiunto che domani partirà per il Brasile.

Nel frattempo, Lula, 78 anni, ha dovuto affrontare una reazione negativa in casa per i suoi commenti di domenica, arrivati ​​durante una conferenza stampa a margine del vertice dell’Unione africana ad Addis Abeba.

READ  Petroliera russa colpita dalle sanzioni statunitensi diretta in Malesia

L'Istituto Brasiliano-Israeliano ha definito “volgari” i suoi commenti e ha avvertito che rischiavano di “infiammare l'antisemitismo”.

Lula ha condannato gli attacchi del 7 ottobre guidati da Hamas nel sud di Israele, definendoli un atto di “terrorismo” nel giorno in cui si sono verificati, e da allora è diventato sempre più esplicito nella sua critica alla campagna militare di ritorsione di Israele a Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *