I gruppi senza scopo di lucro a Moncton si stanno preparando a perdere spazio per i rifugi

I gruppi senza scopo di lucro a Moncton si stanno preparando a perdere spazio per i rifugi

I rifugi invernali temporanei per i senzatetto a Moncton stanno chiudendo, ma le persone che hanno ottenuto posti letto, assistenza sanitaria o altri servizi in quei luoghi avranno la possibilità di continuare a farlo.

Il freddo rifugio gestito da Project Humanity presso il Lions Community Club di St. George Street sta per chiudere, ma il rifugio di Mark Avenue, gestito dall’YMCA, cambierà marcia.

Questo rifugio è stato utilizzato come rifugio per il freddo estremo in inverno, ma un portavoce del Ministero dello sviluppo sociale ha affermato che tornerà a essere una struttura che aiuterà le persone a trasferirsi in alloggi e servizi di accesso più permanenti. Rebecca Howland ha affermato di non avere criteri di ammissione rigorosi.

A dicembre, gruppi di lavoro a Moncton invitalo Tutti i livelli di governo per affrontare la criminalità e i senzatetto, che secondo loro minacciano la fattibilità economica del centro.

I rifugi temporanei sono stati aperti dopo che i sostenitori in prima linea hanno rilasciato dati che mostrano che 550 persone vivevano all’aperto o sul divano in ottobre e hanno affermato che i piani di ricovero esistenti per l’inverno non sarebbero stati sufficienti.

Assistenza sanitaria per i clienti del rifugio

Mentre i rifugi invernali stanno chiudendo o si trasferiscono, un programma di sensibilizzazione a Moncton ha annunciato la sua espansione. La Salvos Clinic senza scopo di lucro ha fornito assistenza sanitaria alle persone nei rifugi per senzatetto a Moncton negli ultimi tre anni. Ora sta collaborando con Vitalité e Horizon Health Networks per espandere i servizi.

Il team di sensibilizzazione sta allestendo cliniche in loco presso i rifugi della città, ha affermato Kathleen Buchanan, direttrice delle cure primarie di Horizon.

READ  La Boring Company di proprietà di Elon Musk ora vale quasi 5,7 miliardi di dollari

Una volta chiuso il rifugio di St. George Street, Buchanan ha affermato che le persone che soggiorneranno potranno comunque accedere ai servizi sanitari.

Ha detto che se qualcuno sta altrove, può ancora essere al rifugio per cure.

I senzatetto spesso non si sentono a proprio agio ad andare al pronto soccorso ed è per questo che l’unità sanitaria mobile va da loro, ha affermato Kathleen Buchanan, direttrice delle cure primarie per Horizon Health Network. (fornito da Horizon Health)

Buchanan ha affermato che al team sono stati aggiunti specialisti in salute mentale e dipendenze. Ha detto che la clinica fornirà servizi come vaccini antinfluenzali, test sulle malattie infettive, educazione sulla salute sessuale e riduzione del danno, cura delle ferite e valutazione dei farmaci.

Buchanan ha affermato che la clinica sta anche lavorando a stretto contatto con i partner per identificare le persone che hanno bisogno di trasferirsi in alloggi per cure a lungo termine.

Ha detto che i senzatetto spesso non si sentono a proprio agio ad andare al pronto soccorso per qualcosa come un brutto taglio.

“Molte persone hanno istituzionalizzato il trauma delle loro esperienze passate. Quindi fornire loro assistenza al momento giusto quando accettano che l’assistenza in quel momento è migliore per i risultati di salute a lungo termine”, ha detto Buchanan.

Con la perdita di un rifugio, Buchanan ha affermato che la clinica cercherà opportunità per espandersi oltre i rifugi, possibilmente programmando un programma regolare per la sua unità mobile per visitare diverse parti di Moncton.

Spazio ristretto con letto a scacchi e piano di lavoro con lavello.
L’interno dell’unità mobile della Salvus Clinic, che Buchanan spera possa essere spostata in altri luoghi della comunità secondo un programma regolare. (Radio Canada)

“Per me e il team, speriamo di rafforzare i rapporti con le persone che stanno cercando di uscire dai senzatetto”, ha detto Buchanan. “E abbiamo un grande gruppo di individui e tutte le organizzazioni a Moncton che stanno lavorando per soluzioni abitative permanenti”.

I gruppi di sostegno senza rifugi hanno bisogno di aiuto

Un sostenitore di Moncton ha affermato che le organizzazioni non profit che forniscono servizi al di fuori del sistema di accoglienza hanno bisogno di maggiore sostegno.

READ  Muncy Bank Financial, Inc. Assumi un nuovo manager | Notizie, sport, lavoro

ha detto Debbie Warren, direttore esecutivo del Greater Moncton Harm Reduction Group senza scopo di lucro Informazioni mattutine Moncton che molte persone senza alloggio vengono all’Ensemble durante il giorno perché hanno solo bisogno di “un posto dove stare”.

Primo piano di una donna anziana
Debbie Warren, direttore esecutivo di Ensemble Moncton, ha affermato che l’organizzazione non profit non disponeva di risorse sufficienti. (Pierre Fournier/CBC)

Ma ha detto che Ensemble è in grado di fornire solo cure limitate: un infermiere viene per mezza giornata e un assistente sociale può venire solo dopo mezzogiorno due volte a settimana.

Sebbene Ensemble non gestisca un rifugio, Warren ha affermato che i suoi clienti sono spesso i più vulnerabili e hanno un disperato bisogno di servizi di supporto.

“Non tutte le persone che serviamo sono incluse nel sistema di accoglienza, quindi cadono nelle fessure”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *