‘Ho lasciato piangere i miei genitori’: L’amato gatto scoperto avvelenato a morte

‘Ho lasciato piangere i miei genitori’: L’amato gatto scoperto avvelenato a morte

Daffy, un “gatto sano, giocherellone, attivo e amorevole” è stato trovato morto da un membro della famiglia, che ora sta sollevando preoccupazioni per le trappole con esche, suggerendo che il suo gatto potrebbe essere stato inavvertitamente avvelenato a morte.

Owais Khan ha recentemente contattato il DailyHive per condividere la tragica storia, raccontando il suo dolore quando ha scoperto che l’amato Daffy della sua famiglia era morto a Metro Vancouver.

Solleva anche preoccupazioni per le società di controllo dei parassiti e le trappole per esche utilizzate per catturare i topi, che secondo lui sono la causa principale della morte di Duffy.

Dichiarazione di non responsabilità per i proprietari di animali domestici: può essere difficile leggere alcuni dei dettagli condivisi sugli ultimi momenti di Daffy.

Daffy (presentatore)

La vita media di un gatto va dai 12 ai 18 anni, e Daffy aveva quasi cinque anni quando è morto.

Khan ha detto al Daily Hive che è stato lui a scoprire la morte di Duffy.

“Stava perfettamente bene la sera prima. Alle 6:40 del mattino, l’ho lasciato uscire nel cortile sul retro come al solito e sono tornato a dormire”.

Quando si sveglia, nota un comportamento insolito di Daffy. Una chiamata all’ufficio del veterinario gli disse che probabilmente non era un’emergenza. Tuttavia, ha prenotato un appuntamento per le 16:30 e ha lasciato la sua casa quel giorno intorno alle 11:30.

Al ritorno a casa, nota che la ciotola del cibo è intatta, il che lo fa sentire sopraffatto.

Mi voltai e vidi il corpo senza vita di Daffy accanto al cibo [room] pavimento.”

“Ho urlato diverse volte incredulo”, ha detto al Daily Hive, e ha condiviso alcuni dettagli strazianti sulle condizioni di Duffy.

READ  Trump fa causa al fumettista: "Dovrei perdere peso"

“Molta schiuma bianca” uscì dalla bocca di Daffy, con una punta di rosso. Gli occhi di Daffy erano alzati, dice Khan, la sua bocca era aperta e il suo corpo era rigido. Il veterinario ha detto che i dettagli corrispondono a un’immagine di avvelenamento da topo. Purtroppo, alla famiglia è stato detto che se il gatto fosse stato portato in anticipo, c’era la possibilità che la vita di Daffy sarebbe stata risparmiata a meno che non avesse ingerito una quantità maggiore di veleno.

Le trappole per esche erano responsabili?

Il gatto di famiglia è avvelenato

Presentatore

Sebbene non ci sia una conclusione definitiva su come il gatto di famiglia sia stato avvelenato, ci sono state diverse trappole quando Daffy è morto. Un vicino, che era un membro del sindacato di gestione della proprietà, ha detto che la società di disinfestazione non era stata lì i due giorni prima della morte di Duffy e che potrebbe essere stato qualcun altro a lasciare il loro veleno. Ha aggiunto che le trappole per esche dovrebbero essere a prova di manomissione.

C’era anche un avviso inviato a tutti gli inquilini dopo la morte di Daffy, ma Kahn sottolinea che non menzionava che “è molto probabile che il veleno per topi e l’esca fossero ancora lì”.

Presentatore

È importante notare che Daffy potrebbe aver mangiato una creatura avvelenata, avvelenandosi così.

La famiglia pensava di perdere Daffy.

“Siamo ancora dentro [a] Uno stato di negazione che un incidente così orribile lo abbia portato via da noi per sempre. La madre di Khan ha detto: “È un membro della famiglia sin dalla nascita e ci mancherà sempre”.

READ  È fuggita in Canada dopo che il marito legato ai talebani le ha sparato in faccia. Ora la sua famiglia ha bisogno di protezione

Anche suo fratello era “colpito dal dolore”, poiché Daffy era un “gatto sano e attivo che si avvicinava al suo quinto compleanno”.

La famiglia Khan è stata via a causa di parenti malati fuori dal paese, ei membri della famiglia ora si pentono di andarsene, chiedendosi se fossero rimasti, forse avrebbero potuto salvare Daffy.

Il gatto di famiglia è avvelenato

Presentatore

“Non supereremo mai tutto questo. Chiunque abbia lasciato andare il veleno in questo modo ci ha tolto una parte importante della nostra vita. Abbiamo bisogno di consapevolezza”. [the] Segni e sintomi di avvelenamento da topi”.

Il governo della Columbia Britannica lo fa Ottieni una guida sui rodenticidi, compreso il fatto che dovrebbe essere utilizzato solo con metodi di distribuzione non a prova di manomissione. West Side Pest Control osserva che alcuni comuni hanno vietato i rodenticidi a causa dei rischi che rappresentano per la fauna selvatica, che è in parte il motivo per cui le loro operazioni hanno così tanto successo. eseguita senza veleno.

Sulla base di ciò che abbiamo appreso da Khan, non sembrava esserci alcun avvertimento da parte della società di disinfestazione sul fatto che le trappole fossero state installate. Quindi, mentre molte persone in città erano abituate alle trappole per topi, Khan non sapeva nemmeno che le scatole nere contenevano veleno.

Daffy avrebbe compiuto 5 anni a fine maggio, e se c’è un aspetto positivo di questa tragica storia, è che quando Daffy è stato adottato, lo hanno adottato insieme a suo fratello, per fortuna vivo e vegeto.

“Daffy era il gatto più coccoloso e simile a un cucciolo che abbia mai visto. Ti seguiva ovunque, e ogni volta che tornavo a casa, correva a salutarmi e voleva tanti baci, abbracci e fusa. Ogni notte faceva dormire sempre appoggiando la sua schiena sulle mie gambe, e in nessun altro modo.” Era molto affettuoso, e io [still] “Non posso credere che non sarò in grado di sentire le sue fusa e quanto tocca e coccola”, ha detto Khan.

Presentatore

“La sua vita è stata presa ingiustamente”.

Presentatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *