Greeley, aborigeni Firestone in servizio nella Marina degli Stati Uniti in Italia e nel Mar Cinese Meridionale – Greeley Tribune

Un uomo Greeley che è entrato a far parte della Marina degli Stati Uniti più di un decennio fa con il desiderio di viaggiare ora lavora come addetto alla logistica per la Marina in Italia.

Il secondo sottufficiale Jesus Segura è entrato a far parte della Marina 13 anni fa e ora lavora nell’Ufficio per i materiali prioritari fuori Sigonella, in Italia, secondo una dichiarazione dell’Ufficio per la sensibilizzazione della comunità della Marina. Sigonella Naval Air Station si trova nella Sicilia orientale.

“Volevo viaggiare ed ero stanco del mondo dal Nove al Cinque”, ha detto Segura nella dichiarazione. “Uno dei miei buoni amici che ha servito in Marina mi ha parlato di tutti i posti in cui era stato, e dopo sono stato venduto alla Marina.”

Segura è cresciuto a Greeley e si è diplomato al liceo nel 2008. Ora usa le stesse abilità e valori che ha imparato a Greeley per avere successo nell’esercito.

“Ho imparato il duro lavoro e la forza durante la crescita e volevo che la stabilità nella vita passasse alla mia famiglia”, ha detto Segura.

La Naval Air Station Sigonella fornisce un’unità operativa, comando e controllo, gestione, supporto logistico e supporto logistico avanzato alle forze statunitensi e ad altre forze della NATO, secondo i funzionari della Marina. La stazione supporta la rotazione di sciami, aerei multiservizio e nazionalità di transito.

“La mia prima crociera subacquea è ciò di cui sono più orgoglioso”, ha detto Segura. “Sono stato decisamente gettato nell’ignoto e rendermi conto che mi ha fatto sapere che potevo fare qualsiasi cosa”.

Il tecnico dell’avionica Airman Michael Acker, di Firestone, incatena l’EA-18G Growler nell’hangar bay il 31 marzo a bordo della portaerei USS Abraham Lincoln di classe Nimitz. (Per gentile concessione di Sailor Cassandra Alanis, US Navy)

Migliaia di miglia a sud-est di Segura e della Naval Air Station Sigonella, un nativo di Firestone presta servizio sulla portaerei USS Abraham Lincoln nel Mar Cinese Meridionale. Il tecnico dell’avionica Michael Acker è stato assegnato agli “handler” del 133° Electronic Attack Squadron (VAQ), secondo una dichiarazione dell’Office of Community Outreach della Marina.

READ  L'Olanda ha pareggiato con l'Italia nelle qualificazioni olimpiche di pallanuoto femminile

L’Abraham Lincoln Strike Group sta lavorando a un dispiegamento programmato nella settima flotta degli Stati Uniti per migliorare l’interoperabilità attraverso alleanze e partnership. Il gruppo agisce anche come una forza di risposta pronta a sostegno della regione indo-pacifica libera e aperta, affermano gli stati rilasciati.

Più del 90% del commercio viaggia via mare e circa il 95% del traffico telefonico e Internet internazionale viene trasportato su cavi in ​​fibra ottica situati sul fondo dell’oceano. Nella dichiarazione, i funzionari hanno sottolineato che la prosperità e la sicurezza degli Stati Uniti sono direttamente collegate a una Marina forte e pronta.

“Ho molti familiari e amici nell’esercito e mi sento molto orgoglioso di poter servire”, ha detto Segura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.