Gli avvocati sollecitano la Corte Suprema della Columbia Britannica ad approvare la transazione di class action per iPhone – Business News

Gli avvocati sollecitano la Corte Suprema della Columbia Britannica ad approvare la transazione di class action per iPhone – Business News

Un giudice della Columbia Britannica deciderà il mese prossimo se approvare un accordo multimilionario in una causa collettiva contro Apple per il presunto rallentamento degli iPhone più vecchi con i suoi aggiornamenti software.

Gli avvocati della società e i membri della classe nella causa originariamente intentata nel 2018 erano presenti lunedì in un'aula di tribunale di Vancouver, sollecitando l'approvazione dell'accordo, in cui i consumatori riceveranno tra $ 17,50 e $ 150, a seconda del numero di richieste accolte.

I pagamenti verranno effettuati a coloro che potranno dimostrare la proprietà dei telefoni interessati, che includono diversi modelli di iPhone 6 e 7, ha detto al giudice Sharon Matthews Michael Perlis, un avvocato del lotto.

Ha detto che l'accordo è stato “raggiunto con difficoltà” dopo “negoziazioni lunghe e difficili” con la società, e ha detto che gli importi proposti da pagare erano “nell'intervallo che un consumatore dovrebbe sperare”.

Perlis ha detto al giudice che cause simili negli Stati Uniti hanno fornito una “preziosa tabella di marcia” durante i negoziati per una transazione, che potrebbe vedere Apple pagare un massimo di circa 14,4 milioni di dollari ai membri della classe.

Cause simili sono state intentate in Ontario, Saskatchewan e Alberta. L'accordo transattivo si applicherà ai residenti di tutte le province ad eccezione del Quebec.

READ  Gli ascensori rotti disturbano i residenti degli appartamenti nel centro di Edmonton - Edmonton

Il caso americano in California ha visto l’azienda accordarsi con gli utenti iPhone i cui dispositivi non funzionavano correttamente a causa degli aggiornamenti software, con conseguente riduzione delle prestazioni del telefono e della durata della batteria.

L'intervallo di transazione per il caso della California varia da 310 milioni di dollari a 500 milioni di dollari.

Perlis ha affermato che il processo di richiesta di risarcimento sarà molto “semplice”, con un'opzione cartacea e online che le persone potranno utilizzare se acquistano dispositivi con prestazioni lente e problemi di batteria.

“Fornisce benefici in denaro reali, non molto grandi, ma reali. Non è una liquidazione di cedole, è denaro e fornisce un ragionevole recupero per ciò che i membri della classe hanno sofferto”, ha detto Perlis.

Ha detto che ci sarebbero voluti “molti altri anni” per ottenere i soldi se il caso fosse andato in tribunale, e non ci sarebbe stata alcuna garanzia di successo o di un pagamento maggiore se avessero seguito quella strada.

“È difficile determinare i danni in un caso come questo”, ha detto Perlis. “Non esiste una vera guida giudiziaria per qualcosa del genere. Non avremo mai una trilogia della Corte Suprema del Canada sui danni di uno smartphone lento.”

“Ma quello che siamo riusciti a fare è stato negoziare l'importo massimo che potrebbe essere realizzato per un numero molto elevato di membri della classe in questo caso”, ha detto.

L'avviso dell'accordo è stato fornito a circa nove milioni di membri della classe via e-mail e a 10.000 tramite posta fisica, ricevendo anche “una copertura mediatica significativa”, ha affermato.

L'avvocato di Apple, Jill Yates, ha detto alla corte che la società non ha mai ammesso alcun illecito.

READ  I Cybertruck Tesla negli showroom attirano grandi folle

“Apple ha preso la posizione di non aver fatto nulla di male qui”, ha detto. “Queste accuse sono nuove e non sono quelle con cui Apple concorda sul fatto che qualcosa sia stato fatto di sbagliato.”

Il giudice si è riservato la decisione di approvare la transazione fino al 21 febbraio 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *