George funge anche da Inghilterra sotto l’Italia a Roma

Jimmy George ha segnato il terzo tentativo dell’Inghilterra

Jimmy George ha messo a segno due tentativi quando l’Inghilterra si è ripresa dalla sconfitta della prima giornata in Scozia e ha battuto l’Italia per 33-0 allo Stadio Olimpico.

Il rigore nel finale di Finn Russell ha eliminato l’Inghilterra per il terzo titolo consecutivo del Guinness Sei Nazioni al primo turno, ma gli uomini di Eddie Jones hanno corso in tre tentativi nel primo tempo nella capitale italiana per assicurarsi che la prima partita di Kieran Crowley finisse in casa.

La doppietta di George è arrivata dopo l’apertura di Marcus Smith, mentre Elliot Daly ha aggiunto punti bonus all’inizio del secondo tempo. Kyle Sinclair ha aggiunto un quinto posto in ritardo mentre l’Inghilterra ha cementato la sua differenza di punti nel tentativo di tornare in lizza per il campionato.

L’Italia Under 20 ha fatto la storia venerdì sera con la sua prima vittoria sull’Inghilterra a questo livello, ma presto è diventato chiaro che a Roma non ci sarebbero state repliche.

Avvio rapido

Un attacco rotolante italiano è stato fermato presto per assicurarsi una svolta e nel giro di dieci minuti ha colpito l’Inghilterra per la prima volta. È arrivato da un delizioso passaggio piatto sulla serie di vittorie, che ha permesso agli attaccanti dell’Inghilterra di fare buchi. Questo alla fine ha aperto un ampio spazio e Smith ha fatto un passaggio a Max Malins che ha esaurito la difesa prima di nutrirsi di metà al volo per un secondo tentativo in altrettante partite.

Marcus Smith ha segnato il primo tentativo dell'Inghilterra

Marcus Smith ha segnato il primo tentativo dell’Inghilterra

Si voltò da fuori campo e l’Inghilterra avanza 7-0.

READ  Manifestazioni contro le restrizioni Corona: disordini durante le proteste in Italia

L’Italia rischiava un’immediata rappresaglia, e il chip sopra le righe di Paolo Garbesi è stato raccolto da Marco Zanone che ha poi trovato Bram Stein, ma al 22° l’estremo difensore è stato abbattuto e l’attacco è andato a vuoto.

Invece, è stata l’Inghilterra a segnare di nuovo il gol al 20. Dopo una striscia di vantaggio, l’impressionante Harry Randall è scattato attraverso un varco prima di trovare Malins. Palla veloce ha tenuto l’Italia in una posizione debole e alla fine è stato George a cadere da distanza ravvicinata.

Il terzo tentativo di Maro Itoje è stato successivamente negato e Nick Isiekwe è stato costretto a subire un fallo da un TMO in un attacco rotolante.

Ma l’Inghilterra ha avuto il tempo di riprendersi prima dell’intervallo. Freddy Steward ha fornito terreno all’inizio sulla sinistra e quando la palla è stata allargata, la prima fila ha mostrato le proprie abilità con un bellissimo skipping pass di Ellis Genji e Jed George, che ha superato l’ultimo uomo e ha segnato un gol. Con la svolta di Smith, l’Inghilterra era 21-0 in meglio.

La mancanza di disciplina dell’italiano li faceva male e un calcio di rigore all’inizio del secondo tempo era esattamente quello che Crowley sperava di evitare.

Il primo attacco dell’Inghilterra non è andato a buon fine, ma al 44′ hanno guadagnato i punti extra, quando Smith ha passato un tiro a Daly, che ha approfittato troppo del contrasto di Federico Mori per accelerare la palla.

Dopo essere rimasta con il piede indietro per gran parte della partita, l’Italia ha poi goduto di un lungo periodo di possesso palla in Inghilterra a 22 anni dopo una brillante pausa dal Monte Ioan. Un’occasione è andata e ritorno quando la palla di Garbissi in area di porta ha incrociato tutti gli altri. È arrivato con un vantaggio su calcio di rigore, ma il giro di Alex Dombrandt ha permesso all’Inghilterra di respingere la palla. Presto è stato Ewan a quasi finire sulla sinistra, con la difesa incerta dell’Inghilterra che lo ha appena bloccato.

READ  Al via il programma Italy SailGP Inspire Racing

Quindici minuti prima dell’intervallo, Randall ha lasciato dopo una prestazione impressionante, ed è stato sostituito da Ben Youngs, che aveva 114 presenze di Jason Leonard con l’Inghilterra.

Ma è stata l’Italia a prendere così tanto terreno dopo la pausa che l’Inghilterra ha dovuto essere dura nel loro 22 paese per resistere ai padroni di casa.

Invece, un ko sotto palla alta di Alessandro Fusco ha ristabilito il possesso palla dell’Inghilterra con Sinclair che ne ha approfittato. Un ultimo tentativo per Henry Slade è stato squalificato per KO, ma l’Inghilterra guadagnerà molta fiducia da questo prima dello scontro casalingo con il Galles nel terzo turno.

Marcus Smith ha preso la palla nel tentativo di apertura e il passaggio e il tiro che ha dato a Daly ha portato i punti extra dell’Inghilterra. Nel frattempo, i suoi calci veloci e l’abile distribuzione hanno mantenuto l’attacco dell’Inghilterra sulla strada per vincere il premio Guinness Six Nations Player of the Year. Ha persino concluso la partita giocando al fianco di George Ford, poiché l’Inghilterra ha utilizzato i trequartista negli ultimi minuti.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito ufficiale di Guinness Sei Nazioni Campionato di rugby, con Inghilterra, Francia, Irlanda, Italia, Scozia e Galles https://www.sixnationsrugby.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.