Enel X & Fincantieri si impegna a convertire l’energia nei porti italiani

di

Esecutivo marittimo


2021-03-26 11:30:02

Enel X e Fincantieri hanno firmato una Lettera di Intenti per lavorare insieme alla costruzione e gestione di un’infrastruttura portuale di nuova generazione a basso impatto ambientale e allo sviluppo di soluzioni alimentate elettricamente per la logistica di terra. Nella sua prima fase dedicata a progetti su scala nazionale, l’accordo si riferisce nello specifico a: Gestire e migliorare gli scambi energetici nella nuova infrastruttura; Sistemi di stoccaggio e produzione di elettricità che utilizzano fonti di energia rinnovabile e celle a combustibile. Il partenariato garantirà inoltre che le iniziative proposte in Italia possano essere replicate in altri paesi, come Spagna, Portogallo e Grecia. La LOI può essere soggetta a futuri accordi vincolanti che le parti definiscono in conformità alle specifiche normative e regolamentari applicabili, comprese quelle relative alle operazioni tra parti correlate.

La collaborazione tra Enel X, la linea di business globale di Enel, e Fincantieri, uno dei più grandi cantieri navali del mondo, rivitalizzerà l’implementazione di soluzioni elettriche e di decarbonizzazione nei porti. Un numero crescente di porti e banchine in Italia, e quindi in altri paesi europei, fornirà il servizio di cold stiro. Questa iniziativa porterà alla creazione di una vasta rete europea di stiratura a freddo.

Il trasporto marittimo è responsabile di gran parte delle emissioni di gas serra. Si stima che le emissioni di anidride carbonica del settore marittimo ammontino a 940 milioni di tonnellate all’anno, ovvero il 2,5% delle emissioni globali di gas serra. Eliano Russo, Head of Electronics Industries di Enel X.

Il novanta per cento dei porti europei si trova in aree urbane e l’opinione pubblica di molte città ha denunciato l’inquinamento, il rumore e le vibrazioni causati dai motori delle navi ormeggiate. Lo sviluppo dell’infrastruttura per la stiratura a freddo lo impedirà, poiché le navi ancorate avranno un collegamento elettrico a terra. Oggi, la digitalizzazione, la sostenibilità e l’innovazione ci consentono di fornire tecnologie intelligenti ed efficienti che faranno ripartire i settori portuale e marittimo in Europa “.

I prodotti e servizi descritti nel presente comunicato stampa non sono approvati da Maritime Executive.

READ  Attilio Borra—www.iloveitaliancooking.com: Italy - Food & Beverage Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *