Cultured City Guide: ora è il momento di scoprire le gemme nascoste del sud Italia

Dopo due anni di inferno, possiamo solo pensare al paradiso. Non mi riferisco solo a Dante, ma a una delle migliori regioni costiere del mondo. Gli appassionati di viaggi conoscono l’isola italiana di Capri e la sua vicina continentale, la Costiera Amalfitana (e vogliono trascorrere l’estate lì), ma fidati di me su questo: vai lì ora, o ti perderai una volta-in- opportunità per tutta la vita. È possibile che l’intera regione non sia mai stata meno frequentata dai turisti e, allo stesso tempo, alberghi, musei e ristoranti siano più che mai pronti a ricevere visitatori. È la tua occasione per viaggiare a Napoli, guidare verso sud e provare alcuni dei migliori cibi, panorami e limoncello del pianeta.

La regione di Amalfi e Capri è stata abitata fin dall’epoca romana: amavano le sue spiagge e le profonde acque blu tanto quanto noi ora. È anche uno dei più grandi musei all’aperto del mondo: l’intera costa è stata insignita nel 1997 del riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Infine, ma non meno importante, dimentica la sgradevole sensazione di trovare la sabbia all’interno della tua borsa Rimowa quando torni a casa. Amalfi e Capri non hanno le spiagge più sabbiose, ma scogli davvero eleganti da cui si tuffano fin dentro l’acqua. Per questo motivo i sandali Rock sono un must! Ora tuffiamoci in alcuni suggerimenti utili.

Da Paolino. foto dalla fotografia Kurt Smith.

Appena entrata a Capri ho chiamato e prenotato un tavolo da Paolino, il ristorante che da allora serve la migliore pasta di All vongole sotto una costellazione di poche centinaia di limoni appesi ai loro alberi. Non dimenticare di visitare la sala dei dolci prima di prendere il caffè e la digestione. Il ristorante ha letteralmente solo una sala da dessert. Sulla via del ritorno in terraferma e prima di prendere il treno Italo da Napoli verso nord, amo una notte sulla costa, e non posso perdermi le linguine allo scoglio a Lo Stuzzichino a Sant’Agata sui Due Golfi, un a breve distanza da Sorrento.

Molo frangiflutti nelle acque azzurre di fronte a Sorrento dall'Hotel Parco dei Principe

Per gentile concessione dell’Hotel Parco dei Principi.

Dopo un breve giro in barca da Capri – e magari dopo un lungo pranzo a Stuzzichino – non c’è niente di meglio che fare il check-in al Parco dei Principi di Sorrento. L’intero hotel degli anni ’60 è stato progettato da Gio Ponti, comprese le piastrelle sparse su pavimenti e pareti, posate e mobili. È il paradiso dei designer e l’accesso alla spiaggia è semplicemente sbalorditivo. Se Parco dei Principi fosse al completo, passerei tutto il mio tempo a Capri. Niente è meglio dell’Hotel Scalinatella, fuori dal bagno familiare, con una splendida vista e splendide piastrelle di ceramica. Ogni visita mi ispira a rinnovare la mia casa e trasformarla in una minuscola Scalinatella. Solo se!

READ  Qualificazioni Mondiali: Italia vs Svizzera 2021

Come amante dell’arte, devo saziare la mia sete culturale. Villa Jovis di Capri fa il suo lavoro. Costruita nel 27 d.C. dall’imperatore romano Tiberio, Villa Giove è la più grande villa romana dell’isola. Contempla gli splendidi disegni dell’architetto tedesco Carl Wichardt prima di dirigerti verso il punto di riferimento, che ora è essenzialmente una rovina. Ma le opinioni sono ancora valide! Dopo l’architettura romana, un altro favorito è quello bizantino. Il Duomo di Amalfi, con il suo meraviglioso giardino, è assolutamente da visitare e un ottimo posto per prendersi una pausa dalle passeggiate.

Duomo di Amalfi con lussureggianti colline verdi alle spalle

Domi Amalfi. foto dalla fotografia Terry Ott.

Per quanto ami la spiaggia, amo anche la campagna. Il viaggio dalla Costiera Amalfitana a Caserta dura poco più di due ore e la Reggia merita una visita. Costruito nel XVIII secolo, è il più grande palazzo reale del mondo, con oltre 1.200 stanze. Tuttavia, la caratteristica migliore è sicuramente l’enorme parco dove puoi goderti un’intera giornata di picnic.

Per coloro che desiderano trascorrere una giornata in un viaggio più lungo, la mia raccomandazione finale porterebbe i viaggiatori avventurosi in un’altra splendida regione del sud, la Puglia, ma in particolare, Castel del Monte, appena fuori Andrea e a meno di tre ore di auto dalla costa. Il castello si distingue per la sua magnifica architettura, in cui il numero otto ha un significato speciale: otto torri, otto mura, otto finestre per piano, ecc. Recenti studi sono giunti alla conclusione che il castello non fosse né una residenza né un luogo dove nascondersi, per la sua peculiare impostazione e progettazione: si rivelò essere un’università, forse la prima al mondo quando fu costruita nel 1240. Italia , come sempre, è pieno di sorprese.

Castel del Monte in una giornata di sole

Castel del Monte. foto dalla fotografia Ariane Zweigers.

Desideri più cultura? Partecipazione Per ricevere la nostra newsletter, una guida bimestrale alle novità e alle prospettive dell’arte, dell’architettura, del design e altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.