Christian Klein avverte dell’impatto degli elogi della stampa italiana sulla Ferrari

C’è molta gioia in Italia perché la Ferrari è tornata a vincere, ma Christian Klein ha ammonito dall’altra parte se i bei tempi si fermassero.

La Ferrari non vince una gara di Formula 1 da Singapore 2019, ma quella serie indesiderata è stata definitivamente interrotta all’inizio della stagione 2022, con Charles Leclerc che ha ottenuto la vittoria in Bahrain, 1-2 della Ferrari davanti al compagno di squadra Carlos Sainz.

Non c’è nessun altro team in Formula 1 come la Ferrari e, come previsto, il loro ritorno sul gradino più alto del podio è stato strombazzato dalla stampa nel loro paese d’origine, l’Italia.

Tuttavia, l’ex pilota di Formula 1 Klein ha avvertito che gli elogi potrebbero presto trasformarsi di nuovo in critiche.

Intervenendo a “Sport und Talk aus dem Hangar-7” di ServusTV in merito alla copertura stampa della Ferrari in Italia, Klein ha detto: “Potrebbe essere un problema. Alla stampa italiana piace soprattutto scriverti e poi rimandarti brutalmente sulla Terra, noi L’ho sofferto più e più volte.

Le campagne 2020 e 2021 sono state tempi difficili per la Ferrari, in particolare il 2020 in cui la Scuderia si è trovata a combattere a centrocampo solo cercando di fare punti.

Ma la Ferrari guarda al 2022 come biglietto d’oro per tornare in vetta grazie a radicali cambiamenti organizzativi, utilizzando il 2021 principalmente per concentrarsi sulla stagione successiva.

E come ha mostrato il Bahrain, questa si è rivelata la decisione giusta.

“La Ferrari ha avuto due anni difficili, ma poi ha fatto l’unica cosa giusta, sono usciti all’inizio del 2021 e sono andati avanti con tutte le forze con la nuova macchina – ora sta dando i suoi frutti”, ha detto Klein.

READ  Juventus - Spezia 1-0: Morata segna il gol della vittoria mentre i padroni di casa tengono sotto pressione le prime tre in Serie A

“Quando il regolamento si capovolge così, nessuno sa chi sarà alla prima gara del weekend. Ma ora è stato dimostrato: la Ferrari è in un’ottima posizione”.

Leclerc ha avuto anche il tempo di fare un’ultima battuta sull’equipaggio Ferrari, comportandosi come se avesse un problema al motore, come è successo al Gran Premio del Bahrain 2019, che gli è costato la gara.

Klien è abbastanza sicuro che l’ingegnere di Leclerc avrebbe saputo che si trattava di uno scherzo fin dall’inizio, ma ritiene che abbia evidenziato che gli eventi in Bahrain per tre anni devono essere stati profondi.

“Forse l’ingegnere di gara ha capito subito che si trattava di uno scherzo. Lo sfondo era pericoloso”, ha spiegato Klein.

Due anni fa in Bahrain ha avuto problemi al motore nell’ultima parte della gara e Leclerc ha perso quella che sembrava una vittoria certa. Quella puntura deve essere profonda”.

La marcia di Leclerc verso la vittoria del Gran Premio del Bahrain 2022 non è stata del tutto regolare, dal Red Bull Championship Max Verstappen Ha lanciato un attacco al comando poco dopo che entrambi i piloti si sono fermati per la prima volta.

L’obiettivo principale di questi nuovi regolamenti è consentire alle auto di seguire da vicino più a lungo, aumentando così le possibilità di sorpasso, e la battaglia Leclerc-Verstappen è stata la prova che le vetture del 2022 stanno progredendo, con la coppia P1 e P2 scambiate mentre demolivano di più rispetto a diverse auto. giri prima che Leclerc vinca finalmente.

Al di sopra delle vetture che ora sono più brave a seguire, Klein ha anche notato in Bahrain che i piloti commettono più errori di prima, il che aumenta anche le possibilità di sorpasso.

READ  Adam Beatty ha vinto la sua terza medaglia d'oro della settimana in Europa vincendo un colpo al petto di 50 metri a Budapest

“Abbiamo avuto modo di conoscere i primi segnali nei test, l’aerodinamica delle nuove auto da corsa è stata completamente snellita e ora sappiamo che è meglio seguirsi a vicenda”, ha detto il pilota austriaco.

“C’erano delle viste fantastiche. Era un preludio ai prossimi round del Campionato del Mondo e ti fa desiderare di più.

“Stiamo vedendo di nuovo più errori di guida e queste auto sono ovviamente più difficili da guidare. Abbiamo anche visto uno o due slittamenti in fase di accelerazione in uscita di curva, il che apre opportunità per l’inseguitore. Tutto ciò mi è piaciuto molto .”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.