Christian Eriksen e l’Inter pronti a ‘rescindere il contratto reciproco prima del 2022’

Christian Eriksen e l’Inter sono pronti a “rescindere reciprocamente il suo contratto prima del 2022” a causa di un arresto cardiaco a Euro 2020 con il centrocampista danese bandito dal giocare in Italia perché soffre di un pacemaker.

  • Il periodo di Christian Eriksen all’Inter scadrà prima del 2022
  • Secondo quanto riferito, il giocatore e il club italiano hanno deciso di rescindere il suo contratto
  • Eriksen ha subito un arresto cardiaco a Euro 2020 e ora ha un pacemaker
  • Tuttavia, le regole in Italia stabiliscono che non può praticare sport che richiedono il contatto fisico con un pacemaker


Il periodo di Christian Eriksen all’Inter sembra destinato a scadere prima della fine dell’anno dopo che il giocatore e il club hanno deciso di rescindere il suo contratto.

Eriksen ha subito un arresto cardiaco a Euro 2020 in campo quando la Danimarca ha giocato contro la Finlandia.

Ha ricevuto cure salvavita sul campo allo stadio Barken di Copenhagen prima di essere portato in un vicino ospedale, dove è stato dotato di un defibrillatore cardiaco (ICD).

Il cardioverter-defibrillatore impiantabile è collegato al cuore con dei fili e invia un impulso elettrico per correggere i ritmi irregolari.

Eriksen è ancora sui libri dell’Inter, ma secondo la testata italiana Gazzetta Della SportIl contratto può essere rescisso a breve a seguito di arresto cardiaco.

Eriksen ha avuto un infarto a giugno e ha giocato per la Danimarca contro la Finlandia a Euro 2020

Eriksen ha avuto un infarto a giugno e ha giocato per la Danimarca contro la Finlandia a Euro 2020

Le regole in Italia stabiliscono che le persone con un defibrillatore come Eriksen non possono praticare sport di contatto. Ma il 29enne potrebbe teoricamente continuare la sua carriera in un altro Paese, con regole diverse.

La Gazzetta dello Sport ha riferito che “l’Inter sostiene e rispetta Eriksen” e che permettergli di lasciare il club per giocare altrove è meglio per tutte le parti.

All’inizio di questo mese, la pubblicazione danese BT Ha spiegato che Eriksen stava usando le strutture del suo vecchio club Odense nella loro struttura di allenamento di Adalen.

Non si è allenato con la prima squadra ma ha potuto utilizzare le strutture per lavorare con il suo personal trainer.

I giocatori della Danimarca ruotano Eriksen per avere privacy mentre ricevono cure sul campo

I giocatori della Danimarca ruotano Eriksen per avere privacy mentre ricevono cure sul campo

“Siamo davvero lieti che Christian Eriksen si mantenga in forma sui nostri campi”, ha dichiarato Michael Hemmingsen, direttore sportivo di Odense. BT.

“Siamo stati in contatto con Christian da quando ha lasciato Odense, quindi siamo contenti che abbia chiesto se poteva riqualificarsi ad Adalene”.

Il rapporto BT descrive in dettaglio che Eriksen era su un campo di allenamento alle 8 del mattino e stava calciando la palla durante un po’ di pratica.

Si dice che si concentri sul cardio ma incorpora anche una palla in alcuni dei suoi allenamenti.

Il centrocampista danese ha collezionato 60 presenze con l’Inter da quando è approdato al club dal Tottenham 18 mesi fa. Ha aiutato la squadra italiana a vincere il suo primo titolo di Serie A in 11 anni la scorsa stagione.

Eriksen, 29 anni, è stato ricoverato in ospedale per sei giorni prima di essere rilasciato a giugno

Eriksen, 29 anni, è stato ricoverato in ospedale per sei giorni prima di essere rilasciato a giugno

Durante la sua permanenza in Inghilterra, Eriksen ha collezionato oltre 300 presenze con il Tottenham in sei anni e mezzo a nord di Londra.

I legami di Eriksen con l’Odense sono forti dopo essere stata al club prima di trasferirsi all’Ajax all’età di 16 anni.

Odense è adatto anche perché si dice che Eriksen abbia una casa vicino al campo di allenamento dove vive con la sua ragazza e due figli.

Eriksen deve ancora confermare ufficialmente che ha intenzione di tornare al calcio professionistico.

Calciatori con defibrillatore

Anthony Van Loo, Roeselare: Al difensore belga è stato permesso di continuare la sua carriera dopo essere stato dotato di un pacemaker. Il suo cuore è rimasto scioccato ed è tornato a un ritmo normale dopo aver sviluppato un’aritmia durante la partita.

Si è ritirato nel 2018, all’età di 30 anni, poiché sentiva di non poter tornare ai suoi vecchi livelli di prestazione.

Fabrice Mwamba, Bolton: Il cuore dell’ex centrocampista dell’Arsenal Mwamba si è fermato per 78 minuti ma alla fine si è ripreso.

Si ritirò dopo cinque mesi senza tornare al calcio. Tuttavia, ha giocato 15 minuti nella partita di certificazione di Ian Goodison.

Daniel Engelbrecht, calciatori di Stoccarda: L’attaccante è crollato in campo davanti all’Erfurt ma è tornato al gioco professionistico all’età di 24 anni dopo 17 mesi, contrariamente ai consigli di diversi medici.

READ  Notizie sul trasferimento dell'Everton in diretta streaming: interesse di Mario Hermoso, rivendicazione di Kalidou Koulibaly, uscita di James Rodriguez

Ha segnato contro Wayne Wiesbaden, diventando il primo calciatore a segnare con un pacemaker. Tuttavia, si è ritirato nel 2018 per passare all’allenamento quando ha scoperto che la macchina lo aveva riportato in vita tre volte.

Daley Blind, Ajax e Paesi Bassi: Blind è stato dotato di pacemaker dopo aver lamentato vertigini nella partita di Champions League contro il Valencia nel dicembre 2019.

Successivamente è crollato in una partita amichevole contro l’Hertha Berlino nell’agosto 2020, ma in generale ha goduto di un ritorno sicuro al calcio di alto livello.

Christian Eriksen, Inter e Danimarca: Eriksen è crollato in campo a Euro 2020 la scorsa estate. Nonostante si sia ripreso, le rigide regole della Serie A gli impediscono di giocare in Italia e l’attuale Inter deve cederlo.

Può scegliere di continuare la sua carriera altrove o ritirarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *