Apple accetta di pagare 25 milioni di dollari per risolvere la causa sulla condivisione della famiglia

Apple accetta di pagare 25 milioni di dollari per risolvere la causa sulla condivisione della famiglia

Crediti immagine: Nicholas Kamm/AFP/Getty Images

Apple ha accettato di pagare 25 milioni di dollari Transazione dell’azione collettiva Tramite la funzione Family Sharing, che consente agli utenti e fino a cinque membri della loro famiglia di condividere l’accesso ad app, musica, film, programmi TV e libri che acquistano. La causa, intentata per la prima volta nel 2019, affermava che “Apple ha travisato la possibilità di utilizzare la sua funzionalità di condivisione familiare per condividere abbonamenti nelle app”.

La notizia è stata pubblicata per la prima volta da MacRumors.

La causa afferma che Apple nega di aver fornito dichiarazioni fuorvianti e “nega tutte le accuse di illeciti”. L’accordo transattivo indica che Apple ha concluso che continuare a difendere questa azione sarebbe oneroso e costoso. Apple stipula il presente Contratto senza riconoscere in alcun modo alcuna colpa, responsabilità o violazione di alcun tipo.

Il colosso della tecnologia non ha risposto alla richiesta di commento di TechCrunch.

I documenti del tribunale della causa affermano che Apple pubblicizzava la condivisione familiare come opzione nelle app che non supportavano la condivisione familiare.

“La stragrande maggioranza delle app basate su abbonamento, che rappresentano una percentuale crescente delle app Apple, non possono essere condivise con i membri della famiglia designati”, afferma il documento del tribunale. “È disponibile solo per il singolo utente che scarica l’app e configura un abbonamento. Tuttavia, tutte o quasi tutte queste app includevano una dichiarazione che supportavano la condivisione familiare sulle loro pagine di destinazione fino al 30 gennaio 2019.”

La causa sostiene che Apple era a conoscenza del fatto che le app basate su abbonamento non supportavano la condivisione in famiglia, ma vi inserisce comunque un annuncio di condivisione in famiglia. Il documento del tribunale prosegue sottolineando che “milioni di consumatori hanno scaricato app basate su abbonamento pensando che fossero disponibili per la condivisione familiare, solo per apprendere dopo aver effettuato il pagamento che non lo sono”.

READ  Xbox Studio Rare "molto contento" dell'arrivo di Banjo-Kazooie su Switch

Residenti negli Stati Uniti che erano iscritti a un gruppo di condivisione familiare con almeno un’altra persona tra il 21 giugno 2015 e il 30 gennaio 2019 e hanno acquistato un abbonamento all’app dall’App Store durante tale periodo Potresti avere diritto al pagamento. I membri idonei della classe riceveranno un’e-mail questa settimana.

Ogni membro della classe che presenta una richiesta ha diritto a ricevere $ 30, ma questo può variare a seconda del numero di persone che presentano una richiesta. Tuttavia, il pagamento non supererà i 50 dollari per membro della classe e 10 milioni di dollari della transazione andranno alle spese legali.

I membri idonei della classe hanno tempo fino al 1 marzo 2024 per presentare un reclamo. L’udienza finale di approvazione è prevista per il 2 aprile 2024.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *