500 auto hanno preso fuoco dopo che un’autocisterna di carburante è esplosa al confine tra Afghanistan e Iran

L’incendio è avvenuto presso l’ufficio doganale di Islam Qala nella provincia afghana occidentale di Herat.

Le immagini della scena mostrano le alte fiamme e gli spessi pennacchi di fumo nero, che possono essere visti anche da lontano.

Almeno 17 persone sono state ferite e portate alla clinica Islam Qala e all’ospedale regionale di Herat, secondo Muhammad Rafiq Shirazai, portavoce del dipartimento di sanità pubblica di Herat. Ancora nessuna informazione sulle vittime.

“Erano tutti terrorizzati”, ha detto a TOLO News il testimone oculare Khalil Ahmed, “stavano scappando. Le auto sono bloccate”.

Il governatore di Herat Vahid Qali ha affermato che i funzionari hanno cercato aiuto dall’Iran perché la parte afghana non aveva le risorse per spegnere il massiccio incendio.

L’Iran invierà squadre di soccorso e soccorso nella regione per assistere negli sforzi di risposta all’emergenza, su richiesta dei funzionari di Herat, secondo l’agenzia di stampa iraniana IRNA.

La Press TV di stato iraniana ha riferito che il danno era sul lato afghano del confine e non ha avuto ripercussioni sulle dogane iraniane.

“Finora, non ci sono notizie di danni alla stazione di confine Dogaron”, ha detto Omid Jahangha, supervisore degli uffici doganali nella provincia iraniana di Razavi Khorasan, secondo Press TV.

Secondo Press TV, l’Iran è un importante fornitore di merci per l’Afghanistan e spesso i terminal sono pieni di autocisterne.

READ  Due mesi di prigione per aver violato la reclusione - Canale 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *