Seconda impressione di Google Pixel Buds Pro

Seconda impressione di Google Pixel Buds Pro

Avevo vaghi piani per dare seguito al mio post originale su Google Pixel Buds Pro dopo aver avuto il tempo di provarli in palestra. Stranamente, non è ancora successo: di solito lavoro di venerdì, ma chiedo a Paul che è tardi e abbiamo ancora molto da spostare prima che scada il contratto di locazione del magazzino. E così abbiamo passato molti venerdì pomeriggio e sabati a lavorare su questo. Ma ho trascorso più tempo con Pixel Buds Pro, aggiornato il firmware e penso di averne avuto abbastanza per un rapido follow-up.

In primo luogo, penso che terrò i Pixel Buds Pro: dopo aver avuto bisogno di un secondo set di auricolari basati su ANC, alla fine ho deciso che non volevo usare le mie cuffie costose e ingombranti e gli eccellenti auricolari Bose QuietComfort per qualunque cosa. E quello che volevo invece era qualcosa di meno costoso e più piccolo che potessi usare in palestra e mentre camminavo. Queste sono attività stranamente diverse dal punto di vista degli auricolari. Ho bisogno della cancellazione del rumore in palestra perché è così rumoroso lì dentro e questo rende inaccettabili gli auricolari meno costosi senza ANC (come gli auricolari wireless EarFun Free 2 e Google Pixel Buds A-Series). Ma mentre cammino, ho bisogno della modalità trasparente/crossover (o nessun ANC) in modo da poter sentire il mondo esterno e non essere sorpreso quando un jogger si avvicina alle mie spalle o, peggio ancora, passa un grosso camion.

Ho usato un Bose per entrambi gli scopi, ma sono grandi e ingombranti e non mi sono mai sentito a mio agio nell’usarli in nessuno dei due scenari. Ma ogni volta che ho provato un altro set di auricolari, non sono stati all’altezza in modi diversi. Sembra che Pixel Buds Pro andrà bene per la maggior parte. Li ho portati a fare un paio di lunghe passeggiate e la sua modalità trasparenza, che passa attraverso l’audio esterno, funziona bene. E sulla base dei miei test ANC affiancati, so che mentre Bose offre una cancellazione del rumore superiore, i Pixel Buds Pro sono probabilmente adatti anche per la palestra. (E la custodia è così piccola che potrei facilmente portarla in giro. Questo non è vero per Bose.)

READ  Caratteristiche di Chrome OS 89: pratico e orientamento [VIDEO]

Lo scoprirò domani, finalmente, ma il mio unico problema finora è che la mancanza di alette per il montaggio dell’orecchio sembra strana perché sono così abituato a questa funzione su altri auricolari, e mi ritrovo a preoccuparmi che uno degli auricolari lo farà escono dal mio orecchio mentre cammino. Questo non è mai successo e probabilmente non succederà mai, ma non li comprerei mai per correre o fare jogging. (In effetti, sono sicuro che ci sono auricolari o cuffie sportive simili là fuori per questo tipo di attività.) Non sono un jogger, quindi non preoccuparti.

L’altro giorno ho detto che ho avuto problemi a ottenere un aggiornamento del firmware da installare. A seconda del modello, i Pixel Buds Pro sono stati aggiornati a quest’ultimo aggiornamento pochi minuti dopo la pubblicazione dell’articolo e suppongo che valga la pena notare che supportano due tipi di aggiornamenti del firmware, aggiornamenti automatici che avvengono solo in background e quindi aggiornamenti manuali di cui hai bisogno per motivarti. L’aggiornamento in sospeso che stavo aspettando era di quest’ultimo tipo e, sebbene non sia del tutto d’accordo con il modo in cui questo prodotto è stato aggiornato nel tempo, so che Google ha aggiunto funzionalità come ANC e tracciamento della testa nel tempo. Ora so che questo aggiornamento ha notevolmente migliorato l’esperienza audio.

Nel complesso, il suono è molto più ricco e coinvolgente di quello che ho sperimentato per la prima volta, e mentre lo sono ancora, lo sono completamente Raggiunge il livello di Bose, è molto vicino. E a differenza del Bose, i Pixel Buds Pro supportano Dolby Atmos per l’audio spaziale, oltre a una funzione di tracciamento della testa opzionale che probabilmente lascerò in futuro, sebbene funzionino come pubblicizzato. Ma il più grande problema per me, per la parola parlata (audiolibri e podcast) e le fonti musicali, è l’EQ, che ti consente di scegliere tra preset come Heavy Bass, Balanced, Clarity, ecc. E un EQ personalizzato. Ho scoperto che Clarity era il preset migliore per le mie esigenze, ma ho anche rinforzato alcune cose e ho trovato qualcosa che mi piace di più. Ha fatto un’enorme differenza.

READ  Un uomo ordina un iPhone 15 Pro da Apple e riceve invece una versione Android

L’unica cosa che non mi piace è l’app Pixel Buds Pro, che si installa come app dallo Store ma poi si integra nelle impostazioni di Android, dove è difficile da trovare. Credo che ciò accada solo su Pixel, tuttavia, gli utenti non Pixel riceveranno una versione autonoma di questa app insieme alle altre app. Nel frattempo, devo navigare scrupolosamente in Impostazioni> Dispositivi connessi> Dispositivi salvati> Pixel Buds Pro di Paul> Impostazioni (icona a forma di ingranaggio) perché Google pensa che questo tipo di integrazione sia un vantaggio per Pixel. Non riesco nemmeno a cercare questa cosa nell’elenco delle app, è ridicolo.

L’app stessa funziona abbastanza bene, tuttavia è completa con molte opzioni di personalizzazione. Per ora, lascerò tutto tranne l’equalizzatore così com’è, ma come notato l’altro giorno, disabiliterò sicuramente i passaggi del volume, che ritengo non necessari per me e possono essere inaffidabili.

Non ho ancora avuto il tempo di testare il tasto del volume e la funzionalità multipoint di Pixel Buds Pro, ma sospetto che entrambi funzionerebbero meglio se l’altro dispositivo che avevo fosse un Chromebook o un altro dispositivo Android. Lo testerò con un Chromebook e un laptop Windows. (Un interruttore del volume consente agli altoparlanti di passare automaticamente tra due sorgenti audio in modo da poter fare cose come rispondere al telefono se stai ascoltando l’audio su un dispositivo diverso e poi tornare quando hai finito. Multipoint consente agli altoparlanti di rimanere connesso a due dispositivi sorgenti contemporaneamente tramite Bluetooth.)

Nel complesso, sono molto soddisfatto dei Pixel Buds Pro. La gita di domani in palestra porrà fine all’affare o alle cose complicate. vedremo.

READ  Apple Music pagherà di più gli artisti per un audio di qualità superiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *