Rugby irlandese | Henderson guida dal fronte mentre l’Irlanda si prepara per un lavoro italiano

Saresti perdonato per aver pensato che lo scorso fine settimana è stato il più grande dell’anno alla Henderson House, ma dovresti ripensarci. Una settimana dopo che Ian ha guidato l’Irlanda fuori da Aviva, il Grade 2 celebra oggi il suo 29 ° compleanno, un giorno dopo che il figlio Freddie compie 1 anno.

“Lana, mia figlia, ha tre anni, quindi probabilmente è come il compleanno di Lana, lei corre in giro”, ride Henderson, mentre parla durante il mini-camp di due giorni in Irlanda questa settimana. “Ha preso un soffio di Natale, lui si eccitava ogni settimana, quindi ne aveva parlato tutta la settimana.

“Quindi immagino che sarà una torta con una candela e molta eccitazione questo fine settimana.”

Henderson è diventato il 108 ° capitano dell’Irlanda domenica scorsa mentre era al timone Andy FarrellFuori contro la Francia Guinness sei paesiE mentre la squadra ha iniziato i preparativi per il suo terzo viaggio di andata a Roma durante un intenso piccolo campo presso il Centro IRFU per le alte prestazioni, il capitano dell’Ulster ha detto che vorrebbe dare di nuovo quell’onore in futuro.

“Come leader, ti dà molta fiducia che i ragazzi stiano facendo il loro lavoro e lo superino, non ti senti necessariamente preoccupato per nessuno o che i giocatori più anziani del gruppo dovrebbero allattare qualcuno”, ha continuato. “Mi è piaciuto moltissimo. Non è il risultato che volevo ma lo farò di nuovo con un baleno”.

“Mi piacerebbe farlo di nuovo se se ne presentasse l’opportunità, ma come ho detto, ci sono molti leader in questa squadra. [Ryan] È un capitano incredibile, Peter [O’Mahony] È un capitano meraviglioso, Johnny [Sexton] E il Ringer [Garry Ringrose] Sono tutti ottimi leader e non c’è parte di me che si arrabbierebbe se, la prossima settimana, qualcuno si facesse da capitano e io giocassi.

READ  Europa tocca Midas per chiudere l'italiano Beren

“Tutti i candidati alla leadership sono là fuori con leader di prim’ordine con cui ho lavorato e siamo tutti in questo insieme, penso.”

Decenza e selezione lo consentono, Henderson è sulla buona strada per vincere il cappello numero 61 dell’Irlanda mentre il torneo continua il prossimo fine settimana, otto anni dopo il suo debutto al Campionato Sei Nazioni allo Stadio Olimpico.

Il giovane Henderson è uscito dalla panchina a Roma quel giorno mentre l’Irlanda ha subito una sconfitta a sorpresa contro l’Italia, e il Totem Lock spera in una prestazione molto migliore questa volta mentre le accuse di Farrell cercano di garantire il campionato del Sei Nazioni.

“Dobbiamo vincere, sia per tre punti, per dieci punti – non importa”, ha detto della partita di sabato prossimo. “Siamo con le spalle al muro. Abbiamo due sconfitte su due. Dobbiamo entrare nella mentalità di vincere questa partita”.

“Allo stesso modo, uno dei nostri allenatori ha sollevato un punto in un incontro, non possiamo aver paura di perdere. Non possiamo giocare dentro di noi. Dobbiamo essere in grado di uscire e fare una prestazione di cui siamo felici e orgogliosi e speriamo che se abbiamo fatto, saremmo fuori dalla parte destra della partitura “.

Storia precedente
Lo sviluppo dell’età gioca un ruolo importante nel gioco del rugby femminile

Prossima storia
La squadra irlandese si riunirà con i giocatori di ritorno dall’azione PRO14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *