Perché il ballottaggio della Georgia è ancora davvero importante per i democratici

Il Campidoglio è visto dalle bandiere americane a Washington, DC il 20 ottobre (Jakub Porzycki/NurPhoto/Getty Images)

Democratici Manterranno una maggioranza ristretta al Senato Nei due anni successivi, la CNN progetta, dopo le vittorie ravvicinate in Nevada e Arizona. I democratici ora hanno 50 seggi al Senato, rispetto ai 49 dei repubblicani.

In Nevada, la CNN prevede che la senatrice democratica Catherine Cortez Masto, l’ex procuratore generale e procuratore generale dello stato, sconfiggerà il repubblicano Adam Laxalt, suo successore nell’ufficio del procuratore generale e figlio e nipote di ex senatori.

In Arizona, la CNN prevede che il senatore democratico Mark Kelly, ex astronauta e marito dell’ex rappresentante Gabriel Giffords, sconfiggerà il repubblicano Blake Masters, un venture capitalist sostenuto da Trump e sostenuto dal magnate della tecnologia ed emergente repubblicano Peter Thiel. .

La corsa georgiana tra il senatore democratico Raphael Warnock e il contendente repubblicano Herschel Walker si avvia al ballottaggio a dicembre dopo che nessuno dei due candidati ha superato la soglia del 50% martedì.

Anche se i repubblicani vincessero il ballottaggio in Georgia, il vicepresidente Kamala Harris eserciterà comunque voti di parità nel Senato equamente diviso per garantire una maggioranza democratica.

Finora solo un seggio al Senato è passato di mano alle elezioni di medio termine del 2022: la Pennsylvania, dove il Luogotenente Governatore Democratico John Fetterman, che ha condotto una campagna mentre si stava riprendendo da un ictus a maggio, ha sconfitto il repubblicano Mehmet Oz, l’ex famoso medico approvato dal presidente. Donald Trump.

I repubblicani hanno difeso con successo i loro posti in gare accese in Florida, North Carolina, Ohio e Wisconsin, mentre i democratici hanno mantenuto i loro posti in gare competitive in Arizona, Colorado, Nevada e New Hampshire.

Maggiori informazioni sulla vittoria dei Democratici al Senato: Mantenere il controllo del Senato è un grande impulso per il presidente Biden nei restanti due anni del suo primo mandato alla Casa Bianca.

READ  Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha detto che le forze russe sono ancora a 15 miglia dal centro di Kiev

Ciò significa che i Democratici saranno in grado di confermare i candidati giudiziari di Biden ed evitare scenari come quello affrontato dall’ex presidente Barack Obama nel 2016, quando l’allora leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell si rifiutò di votare sul candidato della Corte Suprema, Merrick Garland. Significa anche che i Democratici del Senato possono respingere i progetti di legge della Camera e possono stabilire la propria agenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.