Oro, incenso e zuppa di aragosta nazionale: da dove viene il movimento del Tea Party romano – Recensioni

La domanda non è perché la sovranità nazionale religiosa sia penetrata nel parlamento con un grado così elevato, ma perché è successo così tardi in Romania, dal momento che i nostri vicini hanno tutti questi partiti sulla scena nazionale: Ungheria, Polonia, Bulgaria hanno formazioni anti-regime di estrema destra, E anche la Repubblica Ceca e la Slovacchia hanno una coppia sposata. Naturalmente, molti elementi della situazione spiegano questa scoperta sorprendente più per imprevedibilità che per dimensione, nel contesto più ampio dell’Europa orientale, come ho detto. Il basso tasso di partecipazione durante la pandemia ha raddoppiato il punteggio AUR, che di solito era intorno al 5%. Ma questo non significa una piccola rivoluzione tea party In Romania non dovrebbe essere analizzato con maggiore attenzione.

1. Innanzitutto, non è apparso all’improvviso, come sembra ad alcuni (“Da dove vengono queste persone?”) Ma dopo ripetuti fallimenti nel creare un veicolo di statura nazionale, Vadim Tudor è diventato gradualmente un leader accettabile, anche prima della sua scomparsa. Fisica. Non includo più le false partenze qui con Marianne Munteanu, il personaggio con cui tanti flirtano, sia al tavolo che sotto il tavolo; Oppure prova i media alieni di Dan Diaconescu. Ma pensiamo che solo quattro anni fa, nel 2016, alcuni che avevano lo stesso profilo e retorica ottennero il 2,7%, il che è di tutto rispetto: si tratta del Partito unificato rumeno (PPU), dove Vlad Chebich era sulla bandiera e Victor Ponta propose di finanziare Da Sebastian Guéo, intendendo lo stato parallelo dietro di lui. Il front leader era l’ex membro del PSD Bogdan Diakono e intorno a lui figure che ora sono attratte dalla leadership dell’AUR, come il giornalista con visioni anti-occidentali Dan Tunso: lo vedete qui nella foto all’epoca con Diakono.

2. Perché non è ancora successo mentre ora funziona? Probabilmente perché gli elettori nazionalisti populisti non possono essere ingannati e inseguono leader corrotti o ipocriti e disonesti, come Gita e Punta, che stanno creando oggi una “socialdemocrazia alla Tony Blair”, domani tenteranno le acque naziste con le dita, poi torneranno all’Europeo per un seggio in Parlamento. Il mondo si sente quando c’è il caos ed è difficile imitare la rabbia politica a lungo termine; Quando fai qualcosa di pazzo, devi essere un po ‘per poter completare il ruolo.

3. Non voglio unirmi alla lunga lista di commentatori che ora ti stanno riempiendo la testa con “Te l’avevo detto …” in seguito. Potrebbe essere un errore: nessuno ha previsto il successo dell’estrema destra in questo turno elettorale. Io non ho fatto. Ma quello che ricordo con precisione è il silenzio pesante e confuso che è rimasto, anche negli studi televisivi, ogni volta che in questi quattro anni ho ricordato l’esperienza di “Vlad Shipich” – Gitch Ponta, sponsorizzato dai servizi, ha ottenuto un buon voto dal 2016 e cosa si può imparare da Questo, o quello che accadrà al segmento elettorale che si profilava all’epoca. Sembrava che nessuno volesse davvero discutere l’argomento, era un argomento chiuso di cui non dovremmo parlare. Nel frattempo, il percorso del signor Gita è noto. Come il signor Ponta. Il notevole consiglio del generale SIE Predoiu non fu neppure un clamoroso successo alla fine, né prima né ora in collaborazione con l’oligarca moldavo Plahotniuc, che ancora una volta sperperò un po ‘di soldi nell’incompetenza politica romana. Forse non le uniche consultazioni di questo tipo date ai partiti romani nella Zona Nera. C’erano così tanti gruppi ed esperimenti, incompetenti e calpestati a vicenda, che alla fine accadde qualcosa di inevitabile: il dottor Frankenstein fece perdere il controllo alla creatura e ora stava guardando il risultato stupidamente.

READ  Calabria, la sanità resta senza assessore: il governo non trova accordo, sfuma anche il nome di Mostarda

4. Il PSD ha finalmente imparato la lezione, dopo due decenni di fallimenti, e nell’ultima settimana di campagna non ha infastidito il mondo con malfattori aggressivi che avrebbero portato gli elettori alle urne per votare contro. Ha emarginato i membri del PRM nella leadership e ha gradualmente permesso che l ‘”effetto Dragnea” venisse riassorbito, nascondendosi tutti dietro il Dr. Raphaela. Come tale, senza le mitragliatrici e la giovane ala del PRM, è stato creato un ampio corridoio sulla destra per l’estremismo radicale, che prima non poteva scivolare tra la retorica del PSD e il muro.

5. I partiti di destra, in particolare il PPP, hanno voluto sottolineare in Romania un fenomeno ben noto nella politica occidentale: quando si flirta con temi fondamentalisti e si scuote il cordone nazionale, sperando di ottenere il maggior numero di voti da questa parte, non resta che legittimare il discorso e l’agenda dei veri estremisti . Lo scienziato non è alla ricerca di un medium obsoleto che improvvisamente si ritrova religioso, eccessivamente in famiglia o che mangia una minoranza (compreso il sesso), ma vota La cosa vera, Dove sente la vibrazione reale, se lo sta ancora facendo. Il modo in cui AUR ha conquistato la scena del PMP, specialmente nella provincia di Constanţa, è un calcio di rigore diretto per il comandante Băsescu e una conferma di questo effetto a dondolo. Rivela anche come abbia preso sul serio il voto “cristiano” per il Partito di Liberazione Nazionale nelle province di Transilvania e Moldova.

6. L’ironia è che proprio nell’era Basescu, è stata infatti segretamente incoraggiata a intraprendere Speed ​​Action 2012, un movimento sindacale nazionalista. le radici Quello ora forma la cornice GOLD. Questo partito in Parlamento presenta un pasticcio di persone, dai generali in pensione che hanno perso il busto, che avrebbero potuto essere nelle liste delle persone a mobilità ridotta negli anni ’90, ai ragazzi degli anni 2000, che sono serrati nelle battaglie di strada a Roche Montagne, anche tu giochi in Marce su Prut. Poi c’è un battaglione religioso proveniente dalla Coalizione per la Famiglia, che ha colto l’occasione per la pandemia e le relative false notizie per vendicare il fallimento del referendum anti-gay. Inoltre, Bessarabian, elogiato da Sputnik, così come l’avvocato penale dell’IPS Teodosie Tomitanul sono persi. Soprattutto, Personalità saturniane e incompatibili con tutto il resto, come il loro sempre più diffuso primo ministro, un ologramma tecnocratico che corre nei circoli del CDR, poi il PDL, che a un certo punto è arrivato al governo, è stato presentato come esperto delle Nazioni Unite, membro del Club di Roma e insegnante di sviluppo. Sostenibile ” – in generale ha tutte le caratteristiche di una cricca illuminata e cospiratrice che dovrebbe renderlo sospetto agli occhi delle masse di attivisti dorati di AUR. Ma vedi, non devi essere persistente per avere successo. Accanto al vero entusiasmo ed energia della base del partito, che ha messo a disposizione migliaia di attivisti e osservatori elettorali, ad esempio, c’è un percorso di risorse inspiegabili che può essere raggiunto solo attraverso il volontariato. I loro eventi pubblici, con auto, viaggi, hotel e campagne all’estero richiedono denaro, o il partito ha detto poco nei rapporti ufficiali. Come sappiamo il Partito di Liberazione Nazionale e il PSD, i grandi partiti tireranno immediatamente questi fili misteriosi per comprare pezzo per pezzo i parlamentari d’oro nella legislatura e rafforzare le loro fila, perché questo è il loro solito modo di lavorare. Con qualsiasi successo, vedremo.

READ  Guarda dal vivo: XTERRA Short Track - Italia | notizie sull'evento

7. I risultati GOLD sono anche una lezione per tutti coloro che dopo la crisi economica del 2008-2009 hanno immaginato che fosse il momento della “rabbia”, perché questo avrebbe aumentato l’impegno politico delle “masse”, e messo all’ordine del giorno le questioni giuste. E così creeremo un mondo migliore e più giusto. Ovviamente, un’ampia partecipazione politica è una condizione necessaria, ma non sufficiente, in una democrazia: per costruire un governo funzionante sono necessarie molte altre componenti oltre alla mobilitazione, alla rabbia e ai movimenti di strada. Alcuni della destra conservatrice immaginavano ingenuamente che avrebbero generato un movimento sovrano in Europa, ma era filoamericano e liberale, come leggono negli opuscoli ideologici della Koch Foundation o dei sostenitori di Breitbart. Flirtare con il nazionalismo ei valori tradizionali era, come puoi vedere, parte di una delicata agenda atlantica. Oltre a ciò, la sinistra progressista prevedeva anche che avrebbe sollevato le persone a lottare per la giustizia sociale. Ma la politica degli ultimi dieci anni in tutta Europa ci ha mostrato che in tempi di pressione sociale, la classe operaia preferisce la lotta di razza, non di classe, allo stordimento. pensare bene Chi ha chiamato l’assemblea. Il mondo è raggruppato sotto bandiere diverse da quelle indicate nei libri di testo di rivoluzione, marxismo e conservatorismo. I movimenti di estrema destra non sono più una questione di giovani scorticati e scarsamente istruiti, che raccolgono voci da tutte le classi di lavoratori manuali e giovani imprenditori temuti dalla globalizzazione. Nell’Europa dell’Est, la fusione del rosso e del marrone è una cosa di ordine quotidiano: le onde GOLD attirano molte persone che non vogliono uno stato semplice, ma al contrario, uno stato forte per proteggerle dalle vicissitudini e dalla concorrenza straniera, per coniugare la religiosità con la retorica anticapitalista. , Nazionalismo pastorale nei Balcani con elitarismo antiproletario, anti-vaccinazione con Ceausescu contro l’imperialismo, e anche con un po ‘di ecologia e cibo biologico, se vengono saggiamente avvolti nella cintura della Madre di Dio. Insomma, la rivoluzione non è per chi si prepara, ma per chi è in tempo e per chi si volta indietro, e chi semina vento raccoglierà la tempesta. Se è vero quello che dice lo storico svizzero Oliver Jens Schmidt, cioè in Romania tra le due guerre mondiali, il movimento della Legione è stato l’unico vero partito di massa, partito dal basso verso l’alto, allora il futuro non sembra buono.

READ  Conte italiano combatte le pressioni per dimettersi all'avvicinarsi del voto del Senato

8. È il momento giusto per attribuire all’ispirazione del leader del PSD Sheulaku, il primo che ieri sera ha sentito il vento del cambiamento soffiare: si è dichiarato pronto a discutere di un’alleanza politica con GOLD nel Consiglio legislativo. Questa è la nuova e riformista direzione della Pubblica Sicurezza guidata da intellettuali europeisti! Naturalmente, le giustificazioni retoriche saranno trovate con il duo e mi aspetto che la partita di colpa segua da sinistra a destra, dove tutti diranno: “Grazie a te ha preso questo oro, perché se non so cosa … Ora dobbiamo essere pragmatici nell’interesse nazionale .. . Non vedo l’ora di vedere come i progressisti rumeni distorcerebbero retoricamente e si separerebbero ideologicamente per giustificare l’accordo Ribbentrop-Molotov per la PSD se lo facesse: aspetta e vedi, da certi punti di vista e per priorità sociali, combattere le multinazionali … ecc.

9- Va notato qui che la misera situazione di analisi politica, sondaggi e consultazioni di partito in Romania, che è completamente assente da questo fenomeno. Questo non per mancanza di professionalità, ma per mancanza di interesse e di risorse investite nella ricerca reale e approfondita dei comportamenti elettorali, con modelli illustrativi che consentono di notare profondi cambiamenti e fare previsioni. In effetti, l’industria è diventata più un baluardo, e non importa quanto lo incasini, non puoi scendere a compromessi, perché non ci sono criteri se non quello di rubarti il ​​cappello, quindi i contratti sono comunque in vigore. Non ci sono campagne professionali, targeting preciso e l’AUR è volato online quasi da solo. Ci sono stati anni in cui sono stati spesi più soldi per consultazioni politiche nella Repubblica di Moldova che in Romania (e poiché c’è denaro illegale e non controllato, è vero) e sono stati utilizzati metodi di campagna più sofisticati che nel nostro paese.

10. Ad esempio, è scioccante che la classe politica romana abbia mostrato una mancanza di interesse per la diaspora, che in linea di principio la esalta, ma che è sempre giudicata dai suoi cliché primitivi. Milioni di euro del budget sono stati riversati in parapendio con miti e musica popolare nelle città e nei villaggi d’Italia, o altrove, oltre a gonfiare l’ego dei leader locali autoproposti. Invece, nulla è stato investito per comprendere le caratteristiche, gli atteggiamenti e le aspettative dei rumeni all’estero, che dimostrano ancora una volta che costituiscono diverse comunità diverse, non una, come ci si potrebbe aspettare. L’anno scorso qui. Ciò è confermato qui (vedi grafico): AUR ha vinto in Italia, dove c’è un certo profilo di elettore (anziano, femminile, con certi tipi di lavoro) ma non nel Regno Unito, dove l’elettore ha un aspetto molto diverso. E questa è solo un’analisi approssimativa dei dati demografici di base, perché non abbiamo nient’altro. Non si tratta di incolpare l’elettorato, si tratta di comprendere meglio i loro atteggiamenti e aspettative e come si relazionano al paese che hanno lasciato. Se non lo facciamo, continueremo a chiederci: “Da dove verranno in futuro” quando l’onda ci colpirà?

Leggi l’articolo completo e commentalo Contributori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *