L’ex presidente ucraino afferma che gli è stato vietato di lasciare il Paese

L’ex presidente ucraino afferma che gli è stato vietato di lasciare il Paese

L’ex presidente ucraino Petro Poroshenko, sospettato di aver commesso alto tradimento finanziando i separatisti filo-russi nell’Ucraina orientale mentre era in carica nel 2014-2015, si rivolge ai sostenitori fuori dal tribunale prima di un’udienza a Kiev, Ucraina, il 19 gennaio 2022. REUTERS/Gleb Garanych /immagine del file Ottenere i diritti di licenza

KIEV, 1 dicembre (Reuters) – L’ex presidente ucraino Petro Poroshenko ha dichiarato che gli è stato impedito di lasciare il Paese venerdì mattina in quello che ha descritto come un tentativo, motivato politicamente, di interrompere il suo lavoro.

Poroshenko, che ha guidato l’Ucraina dal 2014 al 2019 ed è ora un deputato dell’opposizione, ha pubblicato un video di se stesso al valico di frontiera con la Polonia, dicendo che era stato allontanato e che portava con sé documenti che secondo lui dimostravano di aver ottenuto il permesso ufficiale per attraversare.

Secondo la legge marziale, i funzionari ucraini devono ottenere un permesso speciale per viaggiare all’estero.

Il vicepresidente della Verkhovna Rada, Oleksandr Kornienko, ha successivamente confermato di aver revocato il permesso a Poroshenko di lasciare il Paese.

Kornienko ha detto che sebbene ai parlamentari fosse consentito viaggiare per partecipare a eventi politici di partito, ha ricevuto una lettera, sulla quale non ha potuto commentare, che lo ha spinto a cancellare il permesso di viaggio di Poroshenko.

Il conflitto avviene in un contesto di tensioni in lento aumento tra governo e opposizione – soprattutto su questioni interne come bilanci e nomine – mentre continua la guerra contro le forze d’invasione russe, in contrasto con la quasi completa unità all’inizio del conflitto.

Poroshenko ha detto che intende recarsi in Polonia per aiutare a negoziare la fine del blocco imposto dai camionisti e poi negli Stati Uniti per raccogliere sostegno allo sforzo bellico in Ucraina.

READ  L'Ucraina ha detto che un secondo hotel e centro commerciale è stato colpito mentre la Russia ha lanciato missili ipersonici su Odessa

Insieme al suo post video, ha scritto una lettera in cui accusa l’amministrazione del presidente Volodymyr Zelenskyj di aver annullato il permesso e di fare politica prima delle elezioni.

“Questo è un diversivo anti-ucraino”, ha scritto Poroshenko. Ha aggiunto: “Questo non solo ostacola il lavoro diplomatico di tutta la mia squadra, ma sfortunatamente rappresenta un duro colpo alle capacità di difesa dell’Ucraina”.

L’ufficio di Zelenskyj non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Poroshenko, che guida il partito di opposizione Solidarietà Europea, è un importante critico dell’amministrazione Zelenskyj.

I due uomini hanno combattuto una battaglia aspra, e spesso molto personale, nelle elezioni presidenziali del 2019, quando Zelenskyj ha sconfitto in maniera schiacciante il presidente in carica Poroshenko.

Zelenskyj ha detto agli ucraini il mese scorso che questo “non era il momento giusto” per tenere le elezioni presidenziali, che in circostanze normali sarebbero state programmate per marzo 2024 ma sono vietate dalla legge marziale.

Reporting di Dan Belichuk, Max Hunder e Yulia Dessa; A cura di Andrew Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *