L’esercito ucraino riferisce di ulteriori bombardamenti transfrontalieri e attacchi russi a Severodonetsk

Il 16 maggio il presidente turco Recep Tayyip Erdogan arriva ad Ankara, in Turchia. (Burhan Ozbilici/AP)

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato domenica che i colloqui della scorsa settimana con Svezia e Finlandia sulla loro adesione alla NATO non si sono svolti “al livello richiesto”.

“Purtroppo, i colloqui che la nostra delegazione ha avuto con Finlandia e Svezia non sono stati al livello richiesto”, ha affermato l’agenzia di stampa ufficiale Anadolu, citando Erdogan.

Il portavoce di Erdogan, Ibrahim Kalin, ha affermato venerdì, dopo l’incontro con le delegazioni svedese e finlandese, che la Turchia “non ha tempo per risolvere la questione fino a quel vertice”.

“Siamo determinati a garantire che il processo proceda su basi solide e che vada avanti a seconda delle misure adottate per affrontare i problemi di sicurezza della Turchia”, ha affermato Kalin.

Alcune informazioni di base: Finlandia e Svezia Invia una domanda ufficiale di adesione La NATO all’inizio di questo mese, guidata Invasione russa Ucraina. La decisione ha rappresentato una battuta d’arresto per Mosca, poiché la guerra in Ucraina ha portato a una sorta di espansione dell’alleanza che l’Ucraina ha invaso per impedire.

Tuttavia, l’adesione di nuovi paesi richiede il consenso tra i membri esistenti – Ecco che arriva il ruolo di Ankara.

La Turchia, che ha aderito all’alleanza tre anni dopo la sua creazione nel 1949 e ha il secondo esercito più grande del gruppo, ha affermato che non avrebbe sostenuto le offerte a meno che le sue richieste non fossero state soddisfatte.

Erdogan ha accusato i due paesi di ospitare membri del Partito separatista dei lavoratori del Kurdistan, noto anche come Partito dei lavoratori del Kurdistan. Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan, che cerca di stabilire uno stato indipendente in Turchia, è in conflitto armato con questo paese da decenni ed è stato designato organizzazione terroristica dalla Turchia, dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea.

READ  La polizia russa arresta quasi 400 manifestanti contro la guerra in diverse città

Erdogan ha ripetutamente sottolineato che entrambi i paesi sostengono attivamente i terroristi.

“Non possiamo dire ‘sì’ ai paesi che sostengono il terrorismo ad aderire alla NATO”, ha affermato Erdogan nei commenti pubblicati dal governo turco.

Lunedì Erdogan parlerà con Putin e Zelensky: Nel frattempo, il governo turco ha affermato che lunedì Erdogan terrà telefonate separate con i suoi omologhi russi e ucraini per incoraggiare le parti a mantenere canali di dialogo e diplomazia per portare la pace in Ucraina.

“Lunedì effettuerò telefonate sia in Russia che in Ucraina. Continueremo a incoraggiare le parti a utilizzare i canali del dialogo e della diplomazia”, ​​ha detto Erdogan ai giornalisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.