L’Empoli sorprende l’Inter con 10 giocatori a San Siro

Il centrocampista Tommaso Baldanzi ha segnato un gol nella ripresa lunedì, quando l’Empoli ha ottenuto una clamorosa vittoria per 1-0 contro l’Inter in 10 uomini in Serie A, ponendo fine all’imbattibilità di sette partite di Simone Inzaghi in tutte le competizioni.

L’Empoli, la cui precedente vittoria era stata contro i nerazzurri nell’aprile 2006, è salito al nono posto con 25 punti in 19 partite. L’Inter è rimasta al terzo posto con 37 punti, a un punto dal Milan, secondo, che ieri sarebbe dovuto andare in trasferta alla Lazio.

“Nella prima mezz’ora abbiamo fatto grandi cose, non abbiamo avuto coraggio e paura”, ha detto a DAZN il tecnico dell’Empoli Paolo Zanetti. “Vincere a San Siro è un sogno e i giocatori lo hanno realizzato”.

Foto: EPA-EFE

L’Inter, che ha battuto i rivali del Milan 3-0 vincendo la Supercoppa Italiana mercoledì della scorsa settimana, è rimasta con dieci giocatori quando il capitano Milan Skriniar è stato espulso cinque minuti prima della fine del primo tempo. Ha ricevuto un secondo cartellino giallo dopo che il suo stivale ha colpito il collo di Francesco Caputo.

L’attaccante dell’Empoli Niccolò Cambiaghi era sul punto di provocare una brutta sorpresa a San Siro quando ha ricevuto un passaggio alto al limite dell’area di rigore dell’Inter e ha tirato da distanza ravvicinata, ma è stato respinto dal portiere Andre Onana.

Gli ospiti falliscono un’altra occasione cinque minuti dopo, quando il tiro dell’attaccante Caputo finisce a lato del palo sinistro.

Anche l’Inter sfiora il gol, ma il primo tiro da posizione defilata del centrocampista Federico Demarco viene parato dal portiere dell’Empoli Guglielmo Vicario, mentre Lautaro Martinez manda il suo tiro da distanza ravvicinata di poco sopra la traversa.

READ  Harry Kane: come il Tottenham ha inseguito il record di Jimmy Greaves

L’Empoli continua a creare occasioni nella ripresa e va in rete al 66′ con Baldanzi in contropiede.

Il subentrato 19enne ha servito un potente rasoterra per battere Onana, che non è riuscito a fermare la palla nonostante fosse andato nella direzione giusta con il suo tuffo acrobatico.

Edin Dzeko dell’Inter avrebbe potuto pareggiare dopo nove minuti, ma il suo primo tiro dall’interno dell’area è andato di poco a lato del palo sinistro.

Il difensore Stefan de Vrij poco dopo colpisce di testa una traversa.

Inzaghi ha accusato la sconfitta di essere rimasto in svantaggio per più di 50 minuti e ha respinto l’ipotesi che i festeggiamenti per la vittoria dopo la vittoria in Supercoppa abbiano influito sulla preparazione della partita.

L’inferiorità numerica ha fatto molto [of damage]. Forse [if we had 11 [players on the pitch] disse Inzaghi. “Esultanze eccessive dopo la Supercoppa? Anzi sono state molto ristrette perché appena siamo rientrati ci siamo subito allenati”.

Lunedì scorso il Bologna ha pareggiato 1-1 in casa contro la Cremonese, ultima classificata.

I commenti saranno moderati. Mantieni i commenti pertinenti all’articolo. Commenti contenenti linguaggio volgare o volgare, attacchi personali di qualsiasi tipo o promozione verranno rimossi e l’utente bannato. La decisione finale sarà a discrezione del Taipei Times.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.