L’America Latina è diventata la regione in più rapida crescita per Prismian d’Italia

L’America Latina è stata la regione in più rapida crescita in termini organici per il produttore italiano di cavi per energia e comunicazioni Prismian nei primi nove mesi dell’anno.

La regione ha registrato una crescita organica dei ricavi del 32% rispetto ai primi nove mesi del 2020, secondo l’ultimo rapporto finanziario di Pressmian.

Con un fatturato di 771 milioni di euro (882 milioni di dollari) nei nove mesi, l’America Latina ha superato l’Asia Pacifico come terza regione geografica più importante per Prismian, dopo Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) con 3,93 miliardi di euro, e il Nord America con 2,78 miliardi di euro.

La performance “forte e stellare” in America Latina è stata trainata principalmente da costruzioni, energie rinnovabili e telecomunicazioni, ed è arrivata nonostante un impatto negativo sul cambio di 5 milioni di euro, secondo Pryssemian.

Dei 9,29 miliardi di euro del gruppo, in crescita dell’11,4% su base annua, il fatturato globale è stato di 7 miliardi di euro dall’energia, in crescita dell’11% e di 1,20 miliardi di euro dal settore delle telecomunicazioni. Il resto proveniva da infrastrutture e progetti privati.

Il settore delle telecomunicazioni è cresciuto organicamente del 13,5% e ha invertito il trend dell’anno precedente, quando le vendite erano diminuite del 16,9%.

Prismian ha affermato che la crescita delle telecomunicazioni è stata principalmente attribuita a un aumento della domanda di fibre ottiche e cavi speciali, in particolare nell’Europa meridionale e nel Nord America. Anche l’America Latina ha registrato un aumento.

“I risultati dei primi nove mesi del 2021 hanno confermato che siamo tornati ai livelli pre-pandemia”, ha dichiarato l’amministratore delegato Valerio Batista in una nota.

READ  Johnny B è (molto) bravo! Il ritorno di Brownlee alle vittorie italiane | Notizie Elite

La ripresa è stata positiva per tutte le società a livello globale, con indicazioni di ulteriore miglioramento nel terzo trimestre. In particolare, il settore energetico ha continuato a mostrare resilienza e una buona capacità di ripresa. Anche le comunicazioni sono migliorate, trainate dalla ripresa della domanda, soprattutto negli Stati Uniti, e grazie ad un migliore equilibrio tra domanda e offerta in Cina”.

Secondo Batista, i progetti hanno ripreso la loro crescita organica positiva con aspettative di una “forte ripresa” nel quarto trimestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *