La Terra raggiungerà la sua velocità massima del 2022 il 4 gennaio

Il 4 gennaio 2022 la Terra raggiungerà il perielio e quindi la sua massima velocità attorno al Sole.

Ad ogni inizio dell’anno, l’orbita ellittica della Terra raggiunge il suo punto Approccio più vicino al sole, Chiamata il fondo.

Quando la Terra è al perielio, la sua velocità orbitale è accelerata al massimo; Mentre all’apogeo accade l’esatto contrario e il nostro pianeta si muove alla velocità più bassa.

Questo martedì 4 gennaio alle 00:52 (GMT -6) il nostro pianeta raggiungerà A Una distanza di almeno 147 milioni di km dal soleE questo basta perché invece di viaggiare a una velocità media di 107.280 chilometri orari, acceleri fino a raggiungere un massimo di 110.700 chilometri orari.

Illustrazione: Getty Images

E sebbene questo aumento della velocità della Terra sia impercettibile per gli organismi che la abitano, durante il perigeo, La luce solare riflessa dalla Terra è del 7% più intensa rispetto all’apogeo. Questo fenomeno fa sì che anche le stagioni in corso (inverno settentrionale ed estate australiana) si contengano Durata più breve di 4,7 giorni Delle stagioni che si verificano a luglio, durante l’apice.

Tuttavia, gli effetti del perielio sulla vita sulla Terra sono minimi, e invece, Le principali variabili meteorologiche si riferiscono alle stagioni, a causa dell’inclinazione di 23,5 gradi sull’asse di rotazione della Terra.

Quindi la distanza massima e minima tra la terra e il sole non è correlata alla temperatura della terra, fenomeno più evidente per i paesi dell’emisfero settentrionale, dove l’inverno provoca le temperature più basse dell’anno nonostante il la distanza rispetto al sole è minima, mentre l’estate porta con sé ondate di calore che coincidono con l’apogeo.

READ  #SpaceSnap: immagine del telescopio spaziale Hubble di una parte del complesso di nubi camaleontiche
il fondo
Foto: Ian Griffin (Museo di Otago)

Nel 1609 Johannes Keplero È stato il primo a suggerire che invece di cerchi completi, le orbite dei pianeti intorno al Sole sono ovali con la nostra stella più vicina in uno dei loro fuochi. Da osservazioni e calcoli sistematici, Keplero ha individuato tre leggi fondamentali che sono ancora utili per spiegare Il movimento e la velocità dei pianeti intorno alla loro orbita.

Dal concetto di orbite ellittiche è stato possibile determinare il punto più vicino (perielio) e il punto più lontano dal sole (afelio). Come suggeriva Keplero Le aree spazzate dei pianeti nella loro orbita vengono attraversate in intervalli di tempo uguali, così che la loro velocità orbitale aumenta man mano che si avvicinano alla loro stella.

E sebbene questo effetto sia piccolo sulla Terra a causa della minore eccentricità, questo fenomeno è più drammatico per cose come Plutone, la cui lunga orbita ha causato questo in un breve periodo della sua traslazione di 247 anni intorno al sole, è Più vicino al sole di Nettuno.

Leggi ora:

La Terra si sta oscurando a causa del cambiamento climatico

Nuove simulazioni indicano che la Terra si nasconde dietro il pianeta Nettuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.