La NASA lancia la missione X-ray Imaging Explorer

La NASA ha lanciato questa settimana la sua ultima missione: un osservatorio spaziale che utilizzerà strumenti a raggi X per studiare fenomeni come buchi neri, stelle di neutroni e pulsar. La missione Imaging X-ray Polarimetry Explorer (IXPE), in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), è stata lanciata su un razzo SpaceX Falcon 9 giovedì 9 dicembre dal Kennedy Space Center della NASA in Florida.

Un razzo SpaceX Falcon 9 viene lanciato con la navicella spaziale Polarimetry Explorer (IXPE) della NASA a bordo del veicolo di lancio 39A, giovedì 9 dicembre 2021, al Kennedy Space Center della NASA in Florida. La navicella spaziale IXPE è il primo satellite dedicato alla misurazione della polarizzazione dei raggi X da una varietà di sorgenti cosmiche, come buchi neri e stelle di neutroni. Lanciato all’1 AM EST. NASA/Joel Kosky

La navicella spaziale IXPE è stata staccata con successo dal suo razzo circa mezz’ora dopo il lancio, dopo di che ha ruotato i suoi pannelli solari ed è entrata in orbita attorno al pianeta. I primi dati di telemetria sono stati inviati sulla Terra e indicano che tutto va bene con il nuovo osservatorio.

Martin Weskov, investigatore principale di IXPE presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama, ha dichiarato in una nota. affermazione. “Questo è solo l’inizio per IXPE. Abbiamo molto lavoro da fare. Ma stasera festeggeremo!”

IXPE ha tre telescopi identici che guarderanno la lunghezza d’onda dei raggi X, insieme a un altro importante osservatorio a raggi X, Chandra della NASA. Esaminerà la quantità di polarizzazione nella luce dei raggi X per caratteristiche come buchi neri rotanti o regioni centrali affollate di galassie, chiamate nuclei galattici attivi.

READ  21 dicembre 2020, solstizio d'inverno: Europa FM

“IXPE rappresenta un altro eccezionale primato”, ha affermato nella dichiarazione Thomas Zurbuchen, direttore associato della direzione della missione scientifica presso la sede della NASA a Washington. “Insieme ai nostri partner in Italia e nel mondo, abbiamo aggiunto un nuovo osservatorio spaziale alla nostra flotta che modellerà la nostra comprensione dell’universo negli anni a venire. Ogni navicella spaziale della NASA è accuratamente selezionata per mirare a osservazioni completamente nuove che consentano nuove scienze, e IXPE ci mostrerà l’universo violento che ci circonda, come le supernovae e i buchi neri al centro delle galassie, in modi che non siamo mai stati in grado di vedere”.

Raccomandazioni della redazione




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.