La Florida cerca sopravvissuti mentre la Carolina del Sud valuta i danni dell’uragano Ian

I soccorritori hanno cercato i sopravvissuti tra le macerie delle case allagate della Florida dall’uragano Ian, mentre le autorità della Carolina del Sud hanno iniziato a valutare i danni del secondo attacco della tempesta poiché i resti di uno dei disastri più potenti e costosi che abbiano mai colpito gli Stati Uniti indugiano. nord.

La potente tempesta ha spaventato milioni di persone quasi tutti i giorni della settimana, ha colpito Cuba occidentale prima di vagare per la Florida dalle calde acque del Golfo del Messico all’Atlantico, dove ha raccolto abbastanza forza per un assalto finale alla Carolina del Sud.

Da allora si è indebolito in un ciclone post-tropicale che è ancora pericoloso e lo è stato Attraversando la Carolina del Nord In direzione della Virginia durante la notte, portando piogge torrenziali verso gli stati medio-atlantici.

Almeno 30 persone sono state confermate morte, di cui 27 in Florida, per lo più per annegamento ma altre per i tragici effetti della tempesta. Le autorità hanno detto che una coppia di anziani è morta dopo che le loro macchine per l’ossigeno si sono fermate quando l’elettricità si è interrotta. Nel frattempo, venerdì i residenti sbalorditi sono entrati nell’acqua all’altezza delle ginocchia, recuperando tutti gli effetti personali che potevano dalle loro case allagate e caricandoli su barche e barche.

Guarda | L’uragano Ian colpisce la Carolina del Sud come tempesta di categoria 1:

L’uragano Ian colpisce la Carolina del Sud come tempesta di categoria 1

L’uragano Ian ha colpito la Carolina del Sud come una tempesta di categoria 1, distruggendo i marciapiedi e provocando gravi inondazioni.

Circa 1,7 milioni di case e aziende erano senza elettricità in Carolina e Florida alle 8:00 ET di sabato, secondo il sito Web di monitoraggio PowerOutage.us.

READ  La polizia di Saanich individua l'auto, arresta il sospettato ricercato per rapina a mano armata

“Voglio sedermi in un angolo e piangere. Non so cos’altro fare”, ha detto Stevie Scuderi dopo aver superato il suo appartamento quasi distrutto a Fort Myers, in Florida, con il fango nella sua cucina aggrappato ai suoi sandali viola.

Nella Carolina del Sud, lo Ian Center è sbarcato venerdì pomeriggio vicino a Georgetown, una piccola comunità lungo la Winniah Bay, 95 chilometri a nord della storica Charleston. La tempesta ha spazzato via parti di quattro moli lungo la costa, di cui due collegati alla famosa località turistica di Myrtle Beach.

Con una popolazione di circa 10.000 abitanti, George Town è una destinazione turistica nota per le sue strade fiancheggiate da querce e il centro storico. È stato gravemente danneggiato dall’uragano Hugo nel 1989.

Un elicottero della Guardia Costiera degli Stati Uniti decolla da Sanibel Island, in Florida, con le persone colpite dall’uragano Ian, come si è visto da una casa danneggiata venerdì. (Steve Helper/Associated Press)

Un rapporto pubblicato dalla città nel novembre 2020 ha rilevato che circa il 90% di tutte le proprietà residenziali era soggetto a inondazioni.

I venti della tempesta sono stati molto più deboli venerdì rispetto allo sbarco di Ian sulla costa del Golfo della Florida all’inizio della settimana. Le autorità e i volontari stavano ancora valutando il danno mentre i residenti scioccati cercavano di capire cosa avevano appena vissuto.

affrettarsi per scappare

Anthony Rivera, 25 anni, ha detto di aver dovuto arrampicarsi attraverso la finestra del suo appartamento al primo piano a Fort Myers durante la tempesta per portare sua nonna e la sua ragazza al secondo piano. Mentre si stavano precipitando per sfuggire alle acque in aumento, una tempesta ha travolto una barca vicino al suo appartamento.

“Questa è la cosa più spaventosa del mondo perché non posso fermare nessuna barca”, ha detto. “Non sono Superman.”

Guarda | Le riprese aeree della Florida mostrano la distruzione dell’uragano Ian:

Le riprese aeree della Florida mostrano la distruzione dell’uragano Ian

Due giorni dopo che l’uragano Ian ha spazzato la costa del Golfo della Florida, le riprese dall’alto mostrano la devastazione che si è lasciato alle spalle.

Sebbene Ian avesse ormai superato la Florida da tempo, nuovi problemi continuavano a emergere. Un tratto di 22 chilometri della principale Interstate 75 è stato chiuso venerdì in entrambe le direzioni nell’area di Port Charlotte a causa dell’enorme quantità d’acqua che gonfia il fiume Myakka.

Il bilancio ufficiale delle vittime è aumentato per tutta la giornata venerdì, con le autorità che hanno avvertito che probabilmente sarebbe aumentato molto una volta che gli equipaggi avessero esaminato il danno in modo completo. Kevin Guthrie, direttore della Florida Division of Emergency Management, ha affermato che le ricerche di venerdì erano finalizzate a salvataggi di emergenza e valutazioni iniziali. Ha descritto come esempio una casa allagata.

La donna ha spazzato l’oceano

“L’acqua era appena sopra la superficie, giusto, ma c’era un nuotatore della Guardia Costiera che ci nuotava dentro e poteva determinare che sembravano resti umani. Non sappiamo esattamente quanti ce ne siano”, ha detto Guthrie.

Tra i morti c’erano una donna di 68 anni che ha spazzato l’oceano con un’onda e un uomo di 67 anni che era caduto nelle acque in aumento all’interno della sua casa in attesa dei soccorsi.

Le autorità hanno anche affermato che una donna di 22 anni è morta dopo che un ATV è caduto da un bagno stradale e un uomo di 71 anni è caduto a morte da un tetto mentre installava persiane a pioggia. Altre tre persone sono state uccise a Cuba all’inizio della settimana.

L’uragano Ian ha probabilmente causato “in modo significativo” più di $ 100 miliardi di danni, inclusi $ 63 miliardi di perdite assicurate privatamente, secondo la società di modelli di disastri Karen Clark & ​​Company, che pubblica regolarmente stime rapide di catastrofi. Se questi numeri fossero dimostrati, ciò renderebbe Ian almeno il quarto uragano più costoso nella storia degli Stati Uniti.

Nel sobborgo di Sarasota a North Point, in Florida, venerdì i residenti del sotto-distretto Country Club Ridge hanno guadato le strade acquose. John Sheehel tirò una barca formale e un’altra piccola barca attraverso l’acqua profonda fino alle caviglie.

“Non è molto che sentiamo. È opera di Dio, sai?” Egli ha detto. “Voglio dire, non puoi fare altro che pregare e sperare in un giorno migliore domani”.

Gli studenti dell’Università della Florida centrale hanno evacuato venerdì un complesso di appartamenti vicino al campus che è stato completamente allagato dall’uragano Ian. (John Rao/Associated Press)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.