La Cina sta correndo contro il tempo per trovare i sopravvissuti alle frane a temperature sotto lo zero Notizie sull'ambiente

La Cina sta correndo contro il tempo per trovare i sopravvissuti alle frane a temperature sotto lo zero  Notizie sull'ambiente

Almeno 20 persone sono state confermate morte nel disastro avvenuto prima dell'alba nello Yunnan sudoccidentale, e decine sono ancora disperse.

I soccorritori in Cina hanno intensificato gli sforzi per trovare decine di persone sepolte in una frana mortale nella provincia sud-occidentale dello Yunnan.

La frana ha colpito due villaggi nella montuosa contea di Chengxiong nelle prime ore di lunedì mattina, mentre molte persone dormivano, seppellendo 18 case e almeno 47 persone.

La China Central Broadcasting Corporation (CCTV) ha affermato che più di 30 ore dopo il disastro è stato confermato il decesso di venti persone. Il rapporto aggiunge che ne mancano ancora 24.

“La montagna è crollata e decine di persone sono state sepolte”, ha detto alla televisione di stato un testimone di nome Gu.

Ha detto che quattro dei suoi parenti erano tra coloro che erano sotto le macerie. Ha aggiunto: “Dormivano tutti nelle loro case”.

La New China News Agency (Xinhua) ha affermato che i soccorritori stanno lottando contro il tempo per ritrovare le persone scomparse dopo una notte con temperature sotto lo zero.

Il presidente cinese Xi Jinping ha ordinato un intervento di salvataggio “a tutto campo”.

Il disastro “è stato causato dal crollo della ripida scogliera sopra il pendio”, ha detto all'agenzia Wu Junyao, direttore dell'Ufficio per le risorse naturali e la pianificazione di Zhaotong, che comprende i villaggi colpiti.

Centinaia di soccorritori, compresi soldati, sono stati inviati nella regione nota per le sue montagne aspre e ripide, coperte di neve in inverno. I due villaggi colpiti furono costruiti ai piedi delle montagne e più di 500 residenti furono evacuati dopo il disastro.

READ  Una donna di Kelowna gareggia per il primo posto nel concorso Greatest Baker - Kelowna News

I media statali hanno mostrato che i soccorritori scavalcavano blocchi di cemento e tetti crollati e coperti di neve per trovare i sopravvissuti.

Luo Dongmei stava dormendo quando si è verificata la frana.

“Dormivo, ma mio fratello ha bussato alla porta e mi ha svegliato. Hanno detto che stava accadendo una frana e che il letto tremava, così sono corsi di sopra e ci hanno svegliato”, ha detto Lu, 35 anni, all'Associated Press.

Lu, suo marito e i loro tre figli sono stati evacuati in una scuola insieme a molti altri residenti.

Lu ha detto di non essere riuscita a contattare sua sorella e sua zia, che vivono vicino al luogo della frana. “L’unica cosa che posso fare è aspettare”, ha detto.

I soccorritori stanno cercando i resti delle case del villaggio per cercare di trovare i sopravvissuti [AFP]

Secondo il Centro meteorologico nazionale, la provincia dello Yunnan è una delle numerose province della Cina che attualmente registrano temperature estremamente fredde.

La settimana scorsa, i soccorritori hanno evacuato i turisti da una remota area sciistica nel nord-ovest della Cina, dove decine di valanghe causate da forti nevicate avevano intrappolato più di mille persone per una settimana. Le valanghe hanno chiuso le strade, bloccando turisti e residenti in un villaggio nella regione dello Xinjiang, vicino al confine della Cina con Mongolia, Russia e Kazakistan.

Non c'è stata alcuna spiegazione ufficiale immediata su ciò che potrebbe aver causato la frana di lunedì. La contea di Chengxiong si trova a circa 2.250 chilometri (1.400 miglia) a sud-ovest di Pechino e ha un'altitudine di oltre 2.400 metri (7.900 piedi).

Le frane, spesso causate dalla pioggia o da costruzioni non sicure, non sono comuni in Cina.

Lo scorso anno almeno 70 persone sono morte a causa di frane, di cui più di 50 in una miniera a cielo aperto nella regione della Mongolia Interna.

READ  La polizia della Papua Nuova Guinea lancia un'operazione di salvataggio dei ricercatori tenuti in ostaggio | cronaca nera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *