Kenya e Italia infuriano sul centro spaziale di Malindi

Kenya e Italia infuriano sul centro spaziale di Malindi

Lunedì 17 luglio 2023 03:40 | di

Ruto, Gachagua durante il lancio del libro Duale. FOTO / (@AdenDuale) Twitter

Il Kenya sta andando incontro a un battibecco diplomatico con il governo italiano sul centro spaziale Lugi Brogoli Malindi dopo che è emerso che il governo stava valutando la possibilità di recedere dall’accordo bilaterale che ha aperto la strada alla creazione della struttura.

Giovedì, il segretario di gabinetto della Difesa, Aden Duale, ha dichiarato al Comitato di attuazione dell’Assemblea nazionale di aver già informato il presidente William Ruto sulla questione e sta attualmente preparando un memorandum ministeriale sull’intenzione del governo di rescindere l’accordo con il governo italiano che gestiva la struttura del paese. gli ultimi 60 anni.

“La terra che hanno è nostra e sappiamo come togliergliela, ma abbiamo detto che il Parlamento dovrebbe essere coinvolto nel caso in cui uscissimo dall’accordo ed è per questo che siamo qui. Quindi ora abbiamo inviato loro un segnale perché abbiamo ne ha già informato il Comandante in capo e prepareremo anche un memorandum del Gabinetto con clausola fuori con la benedizione di questo comitato.

Duale (nella foto) ha detto ai parlamentari che domani non parteciperà a un incontro interministeriale a Roma perché il governo italiano si è rifiutato di aderire alle loro richieste che avrebbero visto il Kenya beneficiare dei proventi della struttura.

CS ha anche detto ai parlamentari che il governo italiano si è rifiutato di dare seguito alle successive lettere che lui e il suo segretario principale Patrick Marrero hanno scritto al ministro della Difesa italiano esprimendo il disappunto del governo per l’accordo, ma che non è stata intrapresa alcuna azione al riguardo.

READ  Italia - Irlanda del Nord 2-0: il primo tempo forte vede l'Italia battere l'Irlanda del Nord

Secondo lui, sebbene il 15 giugno il governo abbia inviato una delegazione guidata da Marrero a partecipare alla seconda sessione del comitato direttivo congiunto per affrontare le questioni relative all’attuazione dell’accordo, nonostante l’incontro abbia raggiunto una serie di decisioni e raccomandazioni al consiglio congiunto consiglio dei ministri, le controparti italiane si sono rifiutate di apporre la propria firma alle decisioni congiunte, preferendo invece presentarne una versione annacquata, omettendo il grosso delle richieste del Kenya.

Nella sua presentazione al comitato, Doual ha affermato che le attività in corso al Centro Spaziale di Malindi avvantaggiano l’Italia esclusivamente attraverso l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e le sue agenzie partner occidentali con servizi di tracciamento, telemetria e comando, e la fornitura di scienza spaziale e astronomica dati. Per la comunità scientifica occidentale a spese del Kenya.

Ha detto: “Il Kenya non ha ancora assistito a benefici significativi da questo accordo, sia locale che nazionale, nonostante la sua esistenza negli ultimi 60 anni. Il centro avvantaggia solo il governo italiano. La parte italiana ha solo adempiuto agli obblighi specifici evitando gli obblighi sostanziali. ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *