Jonathan Davies può fornire la colla per Wells

Jonathan Davis torna in Galles

George North sarà sotto i riflettori sabato mentre guida Wells contro l’Inghilterra in vista del suo 100esimo titolo gallese.

Ma è la presenza del suo compagno di centrocampo Jonathan Davis che darà così tante rassicurazioni ai tifosi gallesi a Cardiff.

Se non fosse stato per una serie di infortuni gravi, Davis sarebbe stato il 100 ° capitano gallese ora – e non sorprende che il lento avvio di Wayne Pevac come capo allenatore lo scorso anno abbia coinciso con il 32enne sottoposto a un intervento chirurgico al ginocchio.

Davis è apparso lo scorso autunno prima di saltare i primi due round del Campionato Sei Nazioni di quest’anno – ora è tornato in una squadra di due e insegue il Grande Slam.

Black Superstar è sempre stata la gomma in quel backstage gallese e, nonostante non avesse minuti alle spalle, Bevac lo ha sostenuto per avere un impatto nel suo nuovo ruolo # 12.

Il numero di oggi

2001 – Anno di nascita Il 19enne attaccante inglese George Martin, che potrebbe esordire in panchina contro il Galles.

Cita oggi

“Gli Argies sono un po ‘come loro, sono in grado di portare la loro energia emotiva a questo livello e quando la tua mentalità è dentro, sei sempre una squadra pericolosa”. – Dave Kilwin sugli italiani “emotivi”.

Kilcoin richiede un giorno alla volta

La damigella d’onore, otto delle 40 partite internazionali giocate da Dave Kilkoyen in Irlanda, esce spesso dalla panchina, con l’unica ex squadra del Sei Nazioni che ha partecipato contro l’Italia nel 2019.

Il 32enne giocatore del Monster si è infortunato di recente – un problema alla caviglia lo ha tenuto per quattro mesi – ma è partito alla 15esima partenza della trasferta di sabato a Roma.

READ  Aaron Ramsay: Wells ha in programma di tenere colloqui con la Juventus

All’inizio di questa settimana, Kilcoin ha insistito sul fatto che si rifiutava di guardare oltre la prossima partita, poiché le finali della Coppa del mondo di rugby 2023 hanno iniziato a incombere per alcuni dei giocatori più esperti d’Irlanda.

Ha detto: “Come sapete, oggi dovete concentrarvi sull’allenamento. Abbiamo partite del fine settimana che dovremmo provare a usare per far arrabbiare questa squadra italiana”.

Dave Kilcoin ha la sua possibilità con l’Irlanda sabato. Foto: Dan Sherida / Info

“Questo è per noi e se il giocatore non viene contattato e concentrato sull’allenamento di quel giorno e su come migliorerà, farò gli errori che ho fatto ieri che dovevo correggere oggi.

“E se non li affronti, li fraintenderai nel fine settimana, e poi non ci sarà una settimana davanti, nessun Mondiale”.

L’approccio quotidiano di Kilcoin è stato sufficiente per dargli il primo inizio dell’Irlanda dalla Russia ai Mondiali del 2019: ora ha bisogno di cogliere la sua occasione al Colosseo.

In questo giorno: 26 febbraio 1977 – è nata una stella

Quando North vincerà la sua 100esima partita internazionale sabato, diventerà il sesto capitano gallese, unendosi a Martin Williams, Gareth Thomas, Stephen Jones, Jethin Jenkins e Alon Wayne Jones.

Ha ancora molto da recuperare se vuole superare Shane Williams in cima alla classifica dei punteggi gallesi – attualmente è a 42 anni, con Williams in vantaggio a 58.

Oggi Williams ha 44 anni e durante i suoi giorni di gioco, l’esterno alto cinque piedi e sette piedi era fisicamente l’opposto del suo compagno di squadra del Nord, anche se entrambi avevano lo stesso occhio mortale per Bleach.

Williams ha sostenuto North per usurpare finalmente il suo record: “È ancora molto giovane, e probabilmente giocherà per quattro o cinque anni”, ha detto. “Spero di battere il mio record e di essere il miglior marcatore in Galles che lo farà venire fame. e tieniti in forma e lui avrà il desiderio lì. Fino alla fine “.

Il tentativo della giovane Italia di fermare il marciume

Dopo aver fallito nella sconfitta dell’Irlanda sabato, l’imbattibilità dell’Italia al Sei Nazioni si estenderà a 30 partite: il 28 febbraio 2015 sembra passato molto tempo.

Quasi sei anni quel giorno dalla vittoria 22-19 a Murrayfield, non ci saranno sopravvissuti nella squadra delle Azzorre mentre la squadra di Andy Farrell si incontrerà a Roma.

I calciatori italiani, come Sergio Baresi, si sono allontanati lentamente dal calcio internazionale, con un gruppo di giovani ora al loro posto.

Franco Smith ha scelto una squadra invariata dalla squadra che è stata battuta a Twickenham nella partita di sabato.

Molti dei suoi giocatori, come Paolo Garbisi e Stephen Farney, sono all’inizio della loro carriera. Batti l’Irlanda e sarai ricordato per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *