John Leguizamo Harshey risponde a James Franco come Fidel Castro

di Mark McKee
| pubblicato

I registi di Hollywood stanno tornando al casting. La varietà di personaggi che colpiscono lo schermo non è mai stata così ampia come oggi. Quasi tutti i principali gruppi di persone sono rappresentati sul grande e piccolo schermo e la varietà di attori che interpretano è altrettanto varia. La Marvel ha portato il suo primo supereroe nero nel MCU con Pantera nera E il primo supereroe asiatico in shang chi Per attori trasversali che ottengono ruoli in super ragazza o L’arancione è il nuovo nero. Tuttavia, non importa quanti progressi facciamo nel inserire gruppi emarginati in ruoli chiave e concentrarci sulla diversità, Hollywood dimostra che sono ancora bloccati nel passato. Ora, John Leguizamo sta parlando contro l’ultimo esempio di scelta di registi che imbiancano un ruolo.

all’inizio di questa settimana, Varietà confermata Che James Franco interpreti Fidel Castro nel nuovo film, Alina di Cuba. Sebbene il film non si concentri sul rivoluzionario e segua invece la vita della figlia illegittima Alina, John Leguizamo si è opposto al fatto che Franco, un attore americano, avrebbe interpretato Cuban. Proprio per questo, poiché non c’è un vero motivo per cui la troupe non è riuscita a trovare un attore latino per farlo. A peggiorare le cose, questo fa parte del ritorno dell’attore alla recitazione tre anni dopo essere stato citato in giudizio per cattiva condotta sessuale da due donne che erano sue allieve. In un post su Instagram, John Leguizamo chiede come sia potuto accadere. Chiede come Hollywood stia eliminando contemporaneamente la sua gente dai ruoli e continuando a rubare i loro romanzi. L’attore nota anche che la storia di Alina è difficile da raccontare senza esagerare e invita i fan a boicottare il film. Dice di non avere nulla contro lo stesso James Franco, ma John Leguizamo fa notare che Franco è “Aint Latino”.

John Leguizamo non è estraneo a difendere i latinos nel cinema. Una volta disse a storia sulla presenza È stato espulso da un film perché gli hanno detto che non potevano avere due attori latini nello stesso film. Con quel tipo di esperienza, è logico che farebbe un’eccezione per aver scelto un uomo bianco nel ruolo di un rivoluzionario cubano. L’attore si è rivolto a Instagram per esprimere la sua frustrazione.

Sebbene l’imbiancatura dei personaggi non sia una novità a Hollywood, noi come popolo tendiamo a pensare di aver superato questo tipo di insensibilità. Guardiamo vecchi film come Liz Taylor nei panni di Cleopatra e John Wayne nei panni di Ghengis Kahn e pensiamo di esserci evoluti oltre quei terribili errori e tattiche di esclusione nei confronti delle persone emarginate. E proprio quando pensiamo che Hollywood capisca, hanno scelto Scarlett Johansson per il ruolo di un personaggio asiatico fantasma nella ciotolaE il Johnny Depp Come un nativo americano in colore di guardiae Jake Gyllenhaal come il persiano in principe di Persia. Anche se all’inizio James Franco potrebbe sembrare un Castrot cubano, il fatto che i direttori del casting ritengano che questa fosse la strada migliore dimostra che John Leguizamo sta combattendo una battaglia che è ancora molto lontana.

READ  Angelina Jolie presenta Maddox, Zahara, Shiloh, Vivienne e i figli di Knox alla premiere di Eternals

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.