Isotta LMH completa il primo Shakedown in assoluto a Vallelunga – Sportscar365

Isotta LMH completa il primo Shakedown in assoluto a Vallelunga – Sportscar365

Foto: Isotta Fraschini

La Isotta Fraschini Tipo 6 LMH Competizione ha completato il suo primo rollout a Vallelunga, segnando una nuova tappa nello sviluppo della vettura per il rispetto del FIA World Endurance Championship.

Il collaudatore Michelotto Maurizio Mediani ha compiuto i primi giri del prototipo a propulsione ibrida nella sessione di shakedown di martedì, dopo aver svolto parte dei test di simulazione.

Secondo Isotta, la Tipo 6 ha funzionato per brevi periodi da uno a tre giri, poi da cinque a otto giri, con pause intermedie per controllare il sistema ed effettuare una misurazione.

L’auto sviluppata da Michelotto, che utilizza un motore V6 turbo sviluppato dalla società di ingegneria italiana e da HWA, funziona inizialmente senza alimentazione dal suo motore elettrico da 200 kW prima che il sistema ibrido venga attivato nel pomeriggio.

Prima del primo test su pista di questa settimana, la Tipo 6 è stata valutata in galleria del vento, simulata e in condizioni dinamiche.

“Ovviamente la prima volta che la nostra due ruote sull’asfalto è stata una sensazione emozionante per tutti, dai tecnici che l’hanno realizzata, a chi era presente e quindi l’ha vista finalmente in pista”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Isotta Motorsport Claudio Pirro.

“Per tutti noi è stato un bel momento, anche perché la giornata è andata secondo i piani, con soste fondamentali per mettere a punto la macchina e analizzare i dati.

“Direi che con gli ultimi giri con il sistema ibrido attivato la prima giornata si è conclusa con la soddisfazione di tutti”.

Vector Sport era sul posto a Vallelunga per guidare la Tipo 6 in vista del turno del team britannico come team partner ufficiale per l’ingresso di Isotta per l’intera stagione prevista per il prossimo anno.

READ  Volleyball World firma partnership 'pionieristiche' con i campionati italiani

“[It was a] “È una giornata molto interessante, con una prima macchina di prova relativamente senza problemi che è impressionante”, ha dichiarato Gary Holland, Vector Team Principal.

Ciò dimostra la capacità dei partner tecnici pertinenti. Ora stiamo cercando di portare a termine le prestazioni e, si spera, l’omologazione sarà completata, e stiamo cercando di partecipare alla gara individualmente fino alla fine dell’anno.

“Spero che sia l’ufficio dell’ACO [WEC co-organizers] Può vedere lo sforzo e il percorso che stiamo percorrendo e può darci l’accesso in modo che possiamo competere contro altre squadre LMH”.

Berro ha detto a Sportscar365 il mese scorso che Isotta, una casa automobilistica di lusso rianimata nei primi anni 2000, ha in programma di mettere in funzione una seconda auto di prova quest’estate.

Ha anche affermato che il team vorrebbe entrare a far parte della rete WEC in questa stagione, ma che tale uscita “non è obbligatoria” se sono necessari ulteriori test speciali prima dell’omologazione.



Daniele Lloyd È il corrispondente con sede nel Regno Unito per Sportscar365, che copre il FIA ​​World Endurance Championship, il Fanatec GT World Challenge Europe alimentato da AWS e l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, tra le altre serie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *