Il vaiolo delle scimmie si è diffuso senza motivo per evitare i parate dell’orgoglio: CHI

A maggio sono stati segnalati più di 300 casi sospetti e confermati di vaiolo delle scimmie.

Francoforte:

Un esperto dell’OMS ha affermato lunedì che l’insolita diffusione del vaiolo delle scimmie non significa che le persone dovrebbero evitare le sfilate del gay pride quest’estate, aggiungendo che è importante mostrare sostegno.

Di solito una malattia lieve che può causare sintomi simil-influenzali e lesioni cutanee ha colpito in modo sproporzionato il MSM. Funzionari sanitari hanno confermato che la malattia può essere trasmessa a chiunque sia in stretto contatto, come pelle a pelle, con una persona infetta.

“È importante che le persone che vogliono uscire per celebrare l’orgoglio LGBTQ e l’orgoglio LGBTQ continuino ad andare avanti e pianificare di farlo”, ha affermato Andy Seal, un consulente strategico della Divisione dei programmi delle malattie sessualmente trasmissibili dell’OMS a un’OMS briefing sui social media”. .

“La maggior parte di questi eventi – eventi formali – si svolgono all’aperto, sono adatti alle famiglie. Non vediamo alcun reale motivo di preoccupazione per il maggiore potenziale di trasmissione in quei contesti”.

Ha aggiunto che gli eventi associati a molti dei casi attuali si sono verificati in luoghi chiusi come i locali notturni.

Le prossime sfilate del Pride sono previste a New York il 26 giugno oa Berlino il 23 luglio, tra le altre sedi.

Un altro funzionario dell’OMS ha affermato che è improbabile che un focolaio di vaiolo delle scimmie al di fuori dell’Africa porti a una pandemia, aggiungendo che non è ancora chiaro se le persone infette che non mostravano sintomi potessero trasmettere la malattia.

A maggio sono stati segnalati più di 300 casi sospetti e confermati di vaiolo delle scimmie, la maggior parte dei quali in Europa.

READ  Programma di lancio di Atlas 5 / SBIRS GEO 5 - Spaceflight Now

(Questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è generata automaticamente da un feed condiviso.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.