Il panel del 6 gennaio ha deciso di rivelare dettagli “sorprendenti” mentre riprendono le udienze televisive

Il comitato della Camera rilascerà dettagli “sorprendenti” il 6 gennaio, comprese le prove dei servizi segreti di Donald Trump, sull’attacco al Campidoglio degli Stati Uniti del 2021 nella sua ultima udienza pubblica prima delle elezioni di medio termine di ottobre. La seconda (novembre).

La commissione prevede di visualizzare nuove riprese video ricevute dai servizi segreti della manifestazione Ellipse della Casa Bianca. Trump ha parlato lì prima di incoraggiare i suoi sostenitori armati a marciare verso il Campidoglio e “combattere come un inferno”.

Secondo il portavoce dell’agenzia Anthony Guglielmi, i servizi segreti hanno passato al comitato oltre 1,5 milioni di pagine di documenti e video di sorveglianza.

La rappresentante della California Zoe Lofgren, un membro del comitato, ha affermato che quando ha appreso delle informazioni fornite giovedì, l’ha trovata “estremamente sorprendente”.

Adam Kinzinger, a sinistra, parla durante un’audizione in commissione il 22 luglio a Washington, DC, mentre è seduto accanto al vicepresidente Liz Cheney. Kinsinger e Cheney, i membri repubblicani del comitato del 6 gennaio, sono stati ostracizzati dal loro partito per la loro partecipazione alle indagini del comitato della Camera. (Tasos Katopodis / Getty Images)

La commissione, che ha condotto più di 1.500 interviste e ottenuto innumerevoli documenti, dal 2021 ha condotto un’indagine approfondita sulle attività di Trump dalla sconfitta alle elezioni di novembre all’attacco al Campidoglio.

“Ha usato questa grande bugia per destabilizzare la nostra democrazia”, ​​ha detto Lofgren alla CNN. “Quando ha avuto questa idea e cosa sapeva quando la stava realizzando?”

Il comitato ha iniziato a riassumere i suoi risultati: Trump, dopo aver perso le elezioni presidenziali del 2020, ha lanciato un tentativo senza precedenti per impedire al Congresso di certificare la vittoria di Joe Biden. Il risultato fu un mortale assedio della folla al Campidoglio.

Il membro del comitato Stephanie Murphy della Florida, in un’intervista con MSNBC giovedì mattina, non ha confermato che sarebbe stata l’ultima udienza televisiva pubblica, ma ha affermato che sarebbe stata l’ultima udienza pubblica prima delle elezioni di medio termine dell’8 novembre.

Interviste chiave dietro le quinte

Dalla sua ultima udienza a fine luglio, il comitato ha lavorato dietro le quinte, intervistando l’ex segretario di Stato Mike Pompeo, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale di Trump Robert O’Brien e Jenny Thomas, tra gli altri.

Thomas, moglie del giudice della Corte Suprema Clarence Thomas, è stata in contatto con i funzionari della Casa Bianca all’indomani delle elezioni e ha partecipato a una manifestazione “Stop Theft”.

Man mano che il lavoro della commissione procedeva fuori dal palco, gran parte dell’attenzione pubblica si è rivolta a una questione completamente diversa di Trump: la lunga battaglia del Dipartimento di Giustizia per Ottenere documenti governativi dalla sua residenza personaleDopo il fallimento delle richieste pervenute dagli Archivi Nazionali.

Il membro del comitato Zoe Lofgren, visto il 22 settembre, ha affermato questa settimana che stanno ancora arrivando informazioni “sorprendenti” sugli eventi del 6 gennaio 2021. (Drew Angerer/Getty Images)

Il comitato del 6 gennaio si è riunito per più di un anno e dovrebbe pubblicare un rapporto sui risultati. È stato formato dalla Camera dei rappresentanti dopo che i senatori repubblicani hanno bloccato la formazione di un comitato esterno sul modello del comitato dell’11 settembre che ha esaminato gli attacchi terroristici del 2001.

I repubblicani della Camera dovrebbero ritirare l’indagine del 6 gennaio se ottengono il controllo della camera dopo le elezioni di medio termine.

I due rappresentanti repubblicani del comitato, Liz Cheney del Wyoming e Adam Kinzinger dell’Illinois, sono stati evitati da Trump e dal loro partito e non torneranno al nuovo Congresso. Cheney ha perso le primarie e Kinzinger ha deciso di non correre.

Le elezioni respingono il fronte e il centro nelle gare di medio termine

I sette democratici e i due repubblicani del comitato hanno affermato che il loro lavoro non è solo un riepilogo del passato, ma un terribile avvertimento sulle continue minacce al processo democratico.

Milioni di americani credono ancora erroneamente che Trump abbia vinto nel 2020, secondo i sondaggi Un’analisi del Washington Post pubblicata la scorsa settimana Ha notato che metà dei repubblicani che correranno le gare del mese prossimo al Congresso degli Stati Uniti e negli uffici statali chiave hanno negato o messo in dubbio il risultato del 2020, compresi i candidati alla carica di governatore. Doug Mastriano, Pennsylvania e il lago Cary in Arizona.

Queste convinzioni persistono nonostante il fatto che dozzine di casi che contestano aspetti delle elezioni del 2020 siano stati portati davanti ai tribunali statunitensi e archiviati. La Cybersecurity and Infrastructure Security Agency dell’amministrazione Trump ha definito le elezioni “le più sicure nella storia americana” e l’ex procuratore generale di Trump, William Barr, ha respinto molte delle sue smentite elettorali come infondate.

torcia frontale19:36Le guardie del dipartimento sono sotto processo

Oath Watchmen è una milizia di estrema destra, fondata da Stuart Rhodes nel 2009. È uno dei cinque membri attualmente sotto processo a Washington, accusato di cospirazione sediziosa e altri crimini legati all’attacco del 6 gennaio 2021 al Campidoglio degli Stati Uniti. I pubblici ministeri affermano di aver pianificato di fermare il trasferimento pacifico del potere da Donald Trump a Joe Biden dopo le elezioni del 2020. Una clip audio esplosiva, registrata segretamente, è stata trasmessa la scorsa settimana in tribunale da un presunto incontro di pianificazione dell’insurrezione. Oggi siamo raggiunti da Andy Campbell, Senior Editor di HuffPost e autore del nuovo libro We Are Proud Boys. Spiega chi sono le guardie del giuramento e cosa è stato rivelato al processo su come prevenire l’attacco fatale.

L’aiutante di Trump Peter Navarro dovrà essere processato il mese prossimo per essersi rifiutato di collaborare con una citazione del comitato della Camera, mentre Steve Bannon dovrebbe essere condannato la prossima settimana dopo essere stato ritenuto colpevole di simili accuse di oltraggio.

Al di fuori del lavoro della commissione, il Dipartimento di Giustizia ha intentato accuse penali contro più di 850 persone nell’attacco al Campidoglio, alcune delle quali sono state condannate a lunghe pene detentive per i loro ruoli. Rare accuse sono state rivolte a un certo numero di leader e ausiliari delle guardie della divisione estremista e ai ragazzi orgogliosi.

Secondo numerosi resoconti dei media, il Dipartimento di giustizia ha anche emesso citazioni in giudizio a diverse persone che hanno lavorato per il dipartimento durante il periodo elettorale successivo al 2020, nonché ai membri della campagna di Trump.

Inoltre, un Il gran giurì speciale si riunisce da mesi in Georgia Sui tentativi di fare pressione sui funzionari statali per negare a Joe Biden una vittoria, inclusa la famigerata telefonata di Trump al Segretario di Stato della Georgia Brad Ravensberger.

READ  Il nuovo video dei droni mostra veicoli militari e forze russe in Bucha Street disseminati di cadaveri di civili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.