Il CDC emette un avviso sanitario sulla febbre maculosa delle Montagne Rocciose potenzialmente mortale

Il CDC emette un avviso sanitario sulla febbre maculosa delle Montagne Rocciose potenzialmente mortale

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso un avvertimento sui nuovi casi di febbre maculosa delle Montagne Rocciose, che di solito viene trasmessa dalle zecche, dopo che cinque residenti negli Stati Uniti si sono ammalati da luglio. Foto di Petrochin/Wikimedia Commons

9 dicembre (UPI) — I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno emesso un allarme sulla febbre maculosa delle Montagne Rocciose dopo che almeno cinque residenti negli Stati Uniti si sono ammalati da luglio dopo aver viaggiato in Messico.

Centro per il controllo delle malattie Descrizione dell’RMSF in un avviso emesso venerdì come “malattia grave, in rapida progressione e spesso mortale trasmessa da zecche infette”.

L’agenzia sanitaria afferma che, sebbene la malattia sia solitamente associata alla trasmissione delle zecche, molte persone infette non ricordano di essere state morse.

“L’RMSF è endemico nel Messico settentrionale e nelle aree del sud-ovest degli Stati Uniti”, ha affermato il CDC.

Tutti i pazienti avevano viaggiato o risieduto in precedenza nella regione di Tecate della Bassa California, in Messico, entro due settimane dalla comparsa dei sintomi.

Tutti e cinque i casi negli Stati Uniti sono stati identificati nel sud della California e tutti i pazienti tranne uno erano minori. Tre delle persone che hanno contratto la malattia sono morte, secondo il CDC.

L’agenzia è Consulenza Le persone devono controllare se stesse, così come i loro animali domestici e i bambini, per verificare la presenza di zecche.

Il CDC ha esortato gli operatori sanitari a somministrare il trattamento con l’antibiotico doxiciclina e che i medici considerino la diagnosi di RMSF nei pazienti che hanno recentemente viaggiato nel nord del Messico se sviluppano una “malattia febbrile acuta inspiegabile”.

READ  Il telescopio spaziale Hubble si concentra sulla galassia ospite della supernova

“Considerare l’avvio della doxiciclina sulla base di presunti risultati clinici ed epidemiologici e non ritardare il trattamento in attesa del risultato di un test di laboratorio di conferma”, ha affermato il CDC. Aggiungendo: “Il trattamento precoce con doxiciclina salva vite umane”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *