Dove la gente del posto va in vacanza: Italia

Dove la gente del posto va in vacanza: Italia

Where the Locals Go è la nostra nuova serie con destinazioni turistiche nascoste spesso trascurate dai visitatori ma amate dalla gente del posto. In questa edizione, i nostri esperti in Italia mostrano i loro luoghi di vacanza preferiti a casa.

Gli italiani conoscono bene il fascino del loro paese e quando hanno bisogno di una vacanza, di solito si dirigono verso le montagne o le coste assolate per rinfrescarsi. Qui, tre scrittori di Lonely Planet Italia rivelano le destinazioni in cui fuggono in estate per godersi piaceri semplici come nuotare, fare escursioni, buon cibo e siti culturali senza la folla.

Ottieni una guida affidabile sulle esperienze più entusiasmanti del mondo consegnate settimanalmente nella tua casella di posta con la nostra newsletter via e-mail.
In Valsesia si può sciare d’inverno o andare in acqua d’estate © binabina / Getty Images

Fascino d’altri tempi in Piemonte

Benedetta Guido di Torino, Piemonte

Uno dei miei posti preferiti per una vacanza in montagna in Italia è la Valsisia, situata nella provincia più settentrionale di Vercelli in Piemonte. Sia che veniate per una vacanza estiva all’aria aperta con escursioni, bici e sport acquatici, sia per una vacanza invernale all’insegna della neve in una delle tappe del comprensorio Monterosa Winter Ski, la Valsesia offre ritmi dolci e rilassati.

La destinazione segue il corso del fiume Sesia ed è all’ombra del Monte Rosa, la seconda vetta più alta delle Alpi, il che significa che sei circondato da uno scenario mozzafiato ovunque guardi. Puoi soggiornare nella ridente cittadina di Farallo, magari in una posizione tranquilla Il piccolo del gallo l’albergo. Varallo offre molti servizi tra cui ristoranti, bar, una spiaggia fluviale, una galleria d’arte e il Sacro Monte di Varallo, un complesso monastico medievale e Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

READ  Un primo sguardo alla potenziale squadra statunitense per la Ryder Cup 2023

Vai per qualcosa di più rilassato nel piccolo villaggio piemontese di Algna Valesezia, famoso per i suoi vigneti; Pensa di soggiornare in un tipico edificio valseese come in Albergo Montana de Los. Puoi gustare la cucina locale in ristoranti come Piane Belle a Varallo e rilassarti con un drink e una vista nei bar di Alagna Valsesia. Due dei miei preferiti includono Il Pareto e La Miacceria.

Le 12 cose migliori da fare in Italia: abbraccia la dolce vita

Guarda l'alba nella contea di Nilo
Angelo e il suo amico guardano l’alba in Nello Conte © Angelo Zinna

L’altra faccia della Toscana

Angelo Zena da Firenze, Toscana

Conosciuta per le sue colline ricoperte di vigneti, i tesori rinascimentali e i borghi medievali, la Toscana attira milioni di persone ogni anno. Tuttavia, pochi visitatori sembrano rendersi conto che oltre all’arte, al vino e agli affascinanti panorami di campagna, l’area presenta una serie di cime frastagliate dove attendono meravigliose opportunità di escursioni.

La regione conosciuta come Garfagnana, nel nord della Toscana, è la patria di Parco Regionale delle Alpi Apuane, una riserva naturale riccamente marmorizzata attraversata da sentieri ripidi e remoti che la gente del posto ama affrontare nei fine settimana. in diversi agriturismi (agricoltura) nei dintorni di Castelnuovo di Garfaganana, potrete assaggiare le specialità locali a base di castagne e funghi. Puoi anche soggiornare in uno dei rifugi (refuji) entro i confini del parco per una full immersion nella natura selvaggia.

La scalata del Monte Tambora (1.891 m / 6.204 piedi) – lungo la storica Via Vandelle che un tempo collegava Modena e Massa – richiede un po’ di resistenza, ma in cima sarai ricompensato con viste mozzafiato sia sulla costa mediterranea che sugli Appennini. . che separa la Toscana dall’Emilia-Romagna. Se sali lassù, assicurati di fermarti per il pranzo al soleggiato Hotel Rifugio Nello Conti (1.442 m / 4.730 piedi), gestito da appassionati di outdoor a Club Alpino Italiano.

READ  Tocci - Il cuore d'Italia va in onda su National Geographic Channel
Veduta del Santuario Maria Santissima a Capo Tindari
Il cool blues di Cabo Tindari con il santuario della Madonna Nera © Getty Images / Westend61

Trekking, storia e mare in Sicilia

Sarah Mustaccio di Riposto, Sicilia

Durante l’estate mi piace fare escursioni in Sicilia Bosco di Malaputa, una bellissima area naturale con molto fascino. Solitamente faccio base a Montalbano Elecona, delizioso borgo medievale sovrastato dal castello svevo-aragonese. Adoro girovagare per le strette vie del paese, scoprendo lungo il percorso piccole chiese e ingressi barocchi. Uno dei miei posti preferiti dove mangiare a Montalbano è Elicona È Ritrovo dei Reun ristorante di famiglia dove spesso mi diverto a cucinare pasta ncasciata;.

Nei boschi, il mio sentiero escursionistico preferito è il Sentiero dei Patriarchi, un sentiero fiancheggiato da querce secolari che dà un’impressione di grande serenità. Lungo il confine settentrionale del bosco si trovano le Rocche dell’Argimusco, utilizzate dai popoli preellenici per riti sacri.

Ogni volta che ho bisogno di una vacanza al mare, mi dirigo verso le acque cristalline di Tyndari, nel nord dell’isola. Dal Santuario della Madonna Nera, arroccato su uno scoglio, si gode di un meraviglioso panorama sui Laghetti di Marinello. Tra le antiche rovine di Tindari, a teatro greco Si distingue come promemoria della ricca storia dell’isola. Al tramonto amo rilassarmi e sorseggiare un drink al Lido Mykos sulla Tonnarella Beach mentre il sole tramonta dietro la pittoresca cittadina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *