Come Samsung sta lavorando per un futuro più sostenibile attraverso l’innovazione

Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’ambiente, la giornata dichiarata dalle Nazioni Unite nel 1972 per aumentare la consapevolezza e l’azione globale per proteggere il nostro ambiente. Ogni anno si concentra su un argomento diverso. Il tema di quest’anno “Ripristino dell’ecosistema” è stato scelto per sottolineare l’importanza del ripristino dell’ambiente e della protezione degli ecosistemi.

La scienza e la tecnologia hanno reso la nostra vita più facile e conveniente, con molti prodotti e servizi innovativi che si inseriscono nella nostra routine quotidiana. Il rovescio della medaglia è lo sviluppo di serie sfide ambientali globali, come il cambiamento climatico e l’esaurimento delle risorse. Problemi che minacciano il futuro del nostro mondo.

Per aiutare a mitigare questi problemi, Samsung si impegna a incorporare la sostenibilità ambientale in tutto ciò che facciamo.

SVP Hyeongnam Kim, Presidente del Global Computer Science Center, Samsung Electronics

Ridurre l’impatto ambientale durante tutto il ciclo di vita del prodotto
I nostri prodotti sono progettati con cura per ridurre il loro impatto ambientale. In primo luogo, nel processo di sviluppo del prodotto. Abbiamo introdotto un processo di progettazione ecocompatibile per valutare i prodotti rispetto agli standard ecologici in molti paesi, inclusi gli Stati Uniti e la Corea. Nel 2008, Samsung ha istituito un comitato del dipartimento ambientale e task force per intensificare gli sforzi per sviluppare prodotti rispettosi dell’ambiente.

L’attenzione alla sostenibilità continua nella fase di produzione. L’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, come l’energia solare e geotermica, si è ampliato nelle nostre strutture. Compreso l’uso di acqua riciclata e rifiuti. L’anno scorso, Samsung ha prodotto elettricità rinnovabile al 100% per tutte le sue strutture negli Stati Uniti, in Europa e in Cina. Inoltre, Samsung prevede di espandere l’uso di energia rinnovabile al resto dei suoi siti.

READ  La scienza del "divieto di evasione" di Twitch è una tattica anti-odio più grande di quanto si possa pensare

Per ridurre i rifiuti di imballaggio, la plastica e i film termoretraibili sono stati parzialmente sostituiti con imballaggi realizzati con biomateriali rinnovabili. I fornitori di carta devono anche avere un certificato di amministrazione forestale. Entro la fine del 2020, tutta la carta utilizzata nelle brochure e negli imballaggi per i nostri prodotti mobili e di elettronica di consumo sarà completamente sostituita.

Nella fase finale del ciclo di vita del prodotto, i programmi di raccolta e riciclo dei rifiuti sono attivi in ​​tutto il mondo, attualmente in 55 paesi diversi. Ad esempio, gli utenti negli Stati Uniti possono restituire i propri dispositivi mobili scartati in una delle oltre 500 sedi da uBreakiFix, una catena di riparazione indipendente.

Ridurre 301 milioni di tonnellate di gas serra
Con lo sviluppo dell’intero ciclo di vita del prodotto, Samsung ha aumentato il consumo energetico medio per prodotto del 32%[1]ridotto. Ciò corrisponde a una riduzione cumulativa di 301 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra negli ultimi 12 anni. Inoltre, Samsung ha riciclato oltre 4,54 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici attraverso i suoi siti di raccolta globali di rifiuti elettronici dal 2009 al 2020.

Per incoraggiare i clienti a utilizzare i propri prodotti più a lungo, Samsung ha creato un processo di riparazione rapido e semplice per gli utenti. Samsung fornisce informazioni e parti di riparazione del prodotto alle officine di riparazione a contratto e alle officine indipendenti.

Riciclo ecologico
L’anno scorso, Samsung ha introdotto imballaggi ecologici per i televisori. Con speciali scatole di cartone che puoi trasformare in giocattoli per animali domestici o piccoli mobili, le persone sono incoraggiate a riciclare e diventare creative.

READ  La KeyShot Animation Challenge 2024 incoraggia i designer a spingersi oltre i limiti con la nuova fisica e gli effetti della fotocamera - Yanko Design

Inoltre, Samsung ha recentemente lanciato il programma Galaxy Upcycling at Home, che consente agli utenti in Corea, Stati Uniti e Regno Unito di utilizzare i propri smartphone Galaxy inutilizzati come dispositivi IoT. Il programma riutilizza anche le fotocamere dei vecchi smartphone per la diagnosi medica. Ad esempio, questi possono aiutare a trattare casi di disabilità visiva che possono essere prevenuti con la diagnosi corretta.

[1] Dato del 2020 rispetto al livello di consumo energetico nel 2008.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *