Apple ha testato phase manager su iPad senza chip M1 e non è rimasta soddisfatta

A causa di ulteriori interviste post-WWDC con il responsabile dell’ingegneria del software di Apple Craig Federighi, continuiamo a saperne di più sulle ragioni di Apple alla base della nuova funzionalità Stage Manager in iPadOS che è limitata agli iPad dotati del chip M1.


L’ultima intervista è stata pubblicata da Forbes Collaboratore David Phelan, che ha chiesto a Federighi se Apple provasse a far funzionare Stage Manager con modelli di iPad privi del chip M1. In risposta, Federighi ha affermato che Apple ha effettuato alcuni primi test della funzionalità su altri iPad, ma che Apple non era soddisfatta dell’esperienza offerta su quei dispositivi.

“Abbiamo iniziato alcuni dei nostri prototipi incorporando quei sistemi e si è scoperto presto che non potevamo fornire l’esperienza che stavamo progettando con loro”, ha affermato. “Certo, vorremmo portare qualsiasi nuova esperienza su ogni dispositivo possibile, ma non vogliamo nemmeno limitare la definizione di una nuova esperienza e non creare le migliori basi per il futuro in quell’esperienza. E possiamo davvero fallo solo costruendo sulla M1.

In un’intervista a Prendi CrunchMatteo Panzarino Condiviso all’inizio di questa settimanaFederighi ha affermato che le prestazioni del chip M1 assicurano che tutte le applicazioni utilizzate in Stage Manager “rispondano in tempo reale”, come i clienti si aspetterebbero da un’interfaccia touch.

in dichiarazione della scorsa settimanacondiviso da Rene Ricci, Apple ha confermato che Stage Manager “richiede una grande memoria interna, uno spazio di archiviazione incredibilmente veloce e un I/O esterno flessibile, tutti collegati tramite iPad al chip M1”.

L’iPad Pro M1 è disponibile con un massimo di 16 GB di RAM e una porta Thunderbolt, mentre l’iPad Pro di generazione precedente dispone di 6 GB di RAM e una porta USB-C. L’iPad M1 offre anche uno spazio di archiviazione fino a 2 volte più veloce e prestazioni della GPU fino al 40% più veloci rispetto al modello precedente. Anche l’iPad Air di quinta generazione è dotato di un chip M1, ma i modelli iPad mini, iPad entry-level e iPad Pro precedenti non lo sono.

READ  Il Nintendo Switch è andato esaurito su PS5 e Xbox Series X il mese scorso e ha stabilito alcuni record per quest'anno

Introdotto come parte di iPadOS 16, Stage Manager consente agli utenti di ridimensionare le app dell’iPad in finestre nidificate per un’esperienza multitasking migliorata. La funzione supporta completamente un display esterno con una risoluzione fino a 6K, consentendo agli utenti di lavorare con un massimo di quattro app sull’iPad e fino a quattro app sul display esterno contemporaneamente. Una versione di Stage Manager è disponibile anche su macOS Ventura per mantenere le finestre in primo piano e al centro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.