A Firenze si apre una stanza segreta con i graffiti di Michelangelo

A Firenze si apre una stanza segreta con i graffiti di Michelangelo

Foto: Museo del Bargello/Francesco Fantani

Sotto le chiese medicee di Firenze, in Italia, ci sono le tombe progettate da Michelangelo per le famiglie dei suoi mecenati. Ma nel 1975, mentre erano in corso i lavori per costruire una nuova uscita sul luogo, i conservazionisti scoprirono che sotto l’intonaco sui muri c’erano alcuni graffiti dell’inizio del XVI secolo. Nello specifico si trattava dei disegni a carboncino e a sanguigna di Michelangelo. Entro la fine del mese, la passerella, che misura solo 33 piedi di lunghezza, 10 di larghezza e 8 di altezza, sarà aperta al pubblico.

da CNN:

Si ritiene che l’artista si sia nascosto in quell’ambiente soffocante per diverse settimane nel 1530, quando papa Clemente VII, membro della famiglia Medici, da poco tornato al potere a Firenze, fu destituito dal governo repubblicano per il quale Michelangelo aveva lavorato. – Ha ordinato lui l’omicidio. La condanna a morte fu annullata due mesi dopo e Michelangelo tornò a lavorare a Firenze, prima di trasferirsi a Roma quattro anni dopo.

Si ritiene che i disegni siano schizzi per lavori futuri, comprese le gambe di una delle statue nel nuovo tesoro.

Foto: Museo del Bargello/Francesco Fantani
Foto: Museo del Bargello/Francesco Fantani
READ  Gli Eagles annunciano una mini-residenza a Manchester come spettacolo finale nel Regno Unito - Entertainment News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *