Home / Lavoro / “I tirocini non sostituiscano il lavoro contrattualizzato”

“I tirocini non sostituiscano il lavoro contrattualizzato”

“In vista di un prossimo confronto con il governo regionale sui temi dello sviluppo e dell’occupazione, la Cgil del Molise mette i paletti: il futuro del territorio non può essere affrontato con i tirocini e con i Centri dell’Impiego indeboliti e depauperati del personale”. E’ il pensiero di Lucia Merlo, responsabile del dipartimento Mercato del Lavoro della Cgil. “Non comprendiamo l’entusiasmo del governatore – ha detto Merlo – rispetto ai 2000 tirocini del 2016. Nonostante innumerevoli richiesta avanzate non ci sono mai stati consegnati i dati relativi al numero di assunzioni avvenute a seguito di un tirocinio, limitandosi a dichiarare che sono esigue. E’ evidente – ha proseguito Merlo – che a dispetto di quanto affermano la parti datoriali, questo strumento è divenuto un mezzo per creare clientele e per offrire, nella maggior parte dei casi, manodopera a basso costo alle imprese, andando i tirocinanti a sostituire il lavoro contrattualizzato. Ricordiamo che il tirocinio è una forma di politica attiva del lavoro, che il tirocinante non può fare turni di lavoro e deve essere accompagnato da un tutor”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Seac, il Comune non paga. Trasporto nuovamente a rischio

Il Comune di Campobasso ne ha combinata un’altra delle sue. Ricordate la soluzione per la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*