Home / Sport / Il tecnico rossoblù sta lavorando per correggere i recente strafalcioni della squadra Novelli ora deve chiedere corsa e grinta per non correre altri rischi

Il tecnico rossoblù sta lavorando per correggere i recente strafalcioni della squadra Novelli ora deve chiedere corsa e grinta per non correre altri rischi

di GENNARO VENTRESCA

I mandolinari hanno cambiato spartito. Dopo la vittoria di Vasto avevano ornato la fronte del “maestro” Novelli ; dopo le cinque pere rimediate dalla nostra squadra con lo svelto San Nicolò, hanno strappato dalle tempie del medesimo “maestro” il mirto. In segno di chiara, quanto improvvisa disistima. E dopo la caduta di Gatteo a Mare, contro il debole San Marino hanno messo tutti alla gogna. Persino il mister, tra i pochi, sino ad ora, ad essere stato esonerato dalle critiche più roventi.

Niente di strano. Cambiare opinione fa parte della routine del mondo dei calci d’angolo. Il quale è smisuratamente umorale, basta  un niente per farlo infervorate, così come una bruciante sconfitta può far ribaltare radicalmente gli scenari. Se poi le sconfitte diventano complessivamente quattro in nove partite è chiaro che le critiche aumentino.

Non sono qui a fare l’avvocato di Raffaele Novelli, ma credo che una mano d’aiuto, a questo punto la meriti. Soprattutto per il coraggio e la passione che ci sta mettendo a guidare la nostra traballante squadretta. Costruita, come dicevo in altre circostanze, con gli acquisti fatti all’Ikea.

Mi par di capire che non serva proprio a nulla dare addosso al mister che, in uno spogliatoio pieno di mezze figure non sa da che parti orientarsi.

Una volta per tutte bisogna parlare di approccio alla partita. Un  punto debole dell’allenatore campano che ancora non ha saputo trasmettere il furore agonistico ai suoi ragazzi. Che, in punta di verità, potrebbero correre di più è mordere le caviglie agli avversari, attraverso un pressing asfissiante.

In uno dei miei precedenti servizi mi sono permesso di studiarsi il Liverpool di Klopp e l’Atletico di Simeone. O, se gradisce, la Juve e la Nazionale di Conte, uno che non ha mai lasciato nulla al caso. Neppure il modo di esultare. Con una cifra tecnica bassina il tecnico di Lecce ha eliminato la super Spagna e avrebbe mandato a casa anche i tedeschi senza le comiche di Pellè e Zaza.

Per non correre ulteriori rischi sarà bene che il Campobasso di Novelli non lasci nulla al caso, servono corsa e cuore, Che al momento abbiamo solo intravisto.

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Sabato, ultramaratona a Campobasso

L’associazione sportiva dilettantistica Amatori Limosano, in collaborazione con il Comitato Fidal Molise e con l’associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*