Home / Territorio / Regionali 2011 e 2013: “dopo quattro anni i Comuni ancora non sono stati pagati”

Regionali 2011 e 2013: “dopo quattro anni i Comuni ancora non sono stati pagati”

“La Regione Molise per le elezioni regionali del novembre 2011 ad oggi, ha versato ai comuni solo il 47% delle somme che gli stessi hanno sostenuto e regolarmente rendicontato”. E’ il movimento politico ‘Coscienza Civica” a chiedere conto alla Regione delle spese spese sostenute dai Comuni molisani durante le scorse elezioni. “La situazione debitoria della Regione Molise nei confronti degli Enti Locali è davvero preoccupante.
Dopo la conferenza stampa di martedì in cui alcuni sindaci ‘coraggiosi’ hanno ricordato al Governatore Frattura gli impegni economici solo in parte soddisfatti dalla Regione Molise dopo la nevicata del febbraio 2012, oggi è il caso di ricordare alla stessa Regione Molise che deve ancora versare nelle casse di tutti i 136 comuni molisani i fondi anticipati dagli stessi Enti Locali per lo svolgimento delle elezioni regionali del 2011 e del 2013. L parziale restituzione è avvenuta in due tranche nel marzo del 2012(14,4%) e nel mese di agosto del 2013(32,6%).  Ancora più drammatica è la situazione per il rimborso delle spese elettorali delle regionali 2013.
A distanza di oltre 4 anni la Regione Molise ha restituito ai comuni molisani solo il 6,3% delle somme dovute.
A quanto ammonta il debito complessivo della Regione Molise, per il solo rimborso delle spese elettorali regionali ai comuni?
Il dato non è a noi noto, ma da una stima fatta non siamo lontano dai 2,5 milioni di Euro.
Una giunta regionale che non riesce a prevedere nei propri bilanci, in oltre 4 anni, tali somme per i comuni molisani può continuare a governare??”

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

“Ex Zuccherificio, pronti ad azioni eclatanti”

“Siamo andati a Guglionesi e siamo riusciti a scambiare quattro parole con il Ministro Lezzi”. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*