Home / Politica / Non ci smentiamo mai

Non ci smentiamo mai

Egregio direttore,
Non manca molto alle prossime elezioni regionali, eppure stiamo ancora annaspando sui candidati dei vari schieramenti.
Nonostante tutto quello che di negativo ha subito la nostra regione in termini socio-economici nell’ultimo ventennio, non abbiamo ancora imparato la lezione: in altri termini, non siamo stati capaci di far emergere, negli anni, figure di spicco, capaci a livello amministrativo e di specchiata moralità che potessero proiettare questo sofferente fazzoletto di terra fuori dalla palude.
Ed ecco allora lo schieramento X che non vuole Pinco Pallino, nonostante abbia avuto un ruolo di spicco negli anni passati, ecco che nello stesso schieramento si comincia a parlare di volti nuovi solo adesso, senza aver dato alla popolazione la possibilità di testarne le reali capacità, ecco che nello schieramento Y si sta ancora facendo il “m’ama-non m’ama” tra una rosa troppo folta di papabili.
Le sembra un quadro normale, a distanza così ravvicinata da quello che dovrebbe essere l’appuntamento del riscatto per questa regione? Le sembra che si possano buttare nomi a destra e manca, nel disprezzo delle vere istanze di cittadini, mortificati da scelte totalmente inoculate in campo sociale ed economico?
Un giorno, sulla battigia di Termoli, fermai un noto politico esprimendogli queste mie perplessità, e lui mi guardò come se provenissi da Marte, poi, ripresosi dallo choc, ipocritamente e fugacemente mi diede ragione: se questa è la reazione di chi vuol presentarsi come il risolutore dei mali regionali, abbiamo finito di discutere.
“Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”, sembra abbia detto Lucio Anneo Seneca: credo che frase migliore non si attagli al panorama politico del Molise.
Con estrema delusione per un penoso status quo, porgo i miei migliori saluti
Nicoletta Pasqualone

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Berlusconi: “Il centrodestra può governare il Molise”

“Abile oratore, ma assolutamente non adatto a governare il Molise. Sono rimasto in campo ancora …

4 commenti

  1. La situazione descritta è quella che esattamente è. Se non cambia mentalità, questa benedetta regione non potrà mai trovare la chiave del suo riscatto!!!

  2. Annamaria Palmieri

    Dopo un’analisi così lucida, non c’è che da augurarsi la fine del Molise in quanto regione: abbiamo dimostrato in tutti i modi di non saper gestire un bene prezioso quale l’autonomia. L’altro giorno leggevo di qualcuno che ha avanzato la candidatura dell’imprenditrice Rossella Ferro: nomi buttati lì, come ha detto la lettrice, e quello che è grave, a pochi mesi dall’appuntamento elettorale. Di che cosa ci si lamenta se l’andamento è questo? Ci meritiamo ciò che abbiamo!

  3. Dominic Cotti Cottini

    Il fatto che non ci sia ancora una rosa definita di candidati fa emergere in tutta la sua inconcludenza e mancanza di amore per la regione la classe politica, tanto della maggioranza che dell’opposizione. Certe cose si preparano con netto anticipo, in modo tale che la persona che si candida possa essere adeguatamente conosciuta dalla popolazione, la quale potrà porre la sua X con cognizione di causa una volta nell’urna. Inoltre, tra minestre andate a male che nessuno vuol più mangiare e gente che ha deluso abbiamo l’ennesima prova che, in quanto cittadini, veniamo costantemente presi in giro. Volti nuovi ma soprattutto capaci: certo, ma una regione così assopita su tutto e così poco coesa riuscirà a fare il salto di qualità nel rush finale?

  4. Domiziana Mangilulfo

    La strada avrebbe dovuto essere preparata molto tempo prima, quanto meno due anni fa: questo per dare la possibilità ai candidati di ogni schieramento di farsi conoscere dai cittadini e dare un chiaro segnale di chi fossero e di che cosa intendessero attuare.
    L’arrembaggio di questi ultimi mesi è davvero stucchevole. Lo stesso dicasi per l’approssimazione: segno evidente che il bene di questa regione è in ultimo piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*