Home / Scuola / Marco Marchetti, Prorettore Unimol eletto presidente Associazione italiana società scientifiche agrarie

Marco Marchetti, Prorettore Unimol eletto presidente Associazione italiana società scientifiche agrarie

Marco Marchetti, Prorettore vicario Unimol, eletto Presidente dell’Associazione Italiana Società Scientifiche Agrarie.  Altra prestigiosa nomina per il prof. Marco Marchetti Prorettore Vicario, Presidente della Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale e del Centro UniMol di Ricerca per le Aree interne e gli Appennini. Già Presidente del Comitato Scientifico Consultivo dell’EFI – l’Istituto Forestale Europeo per la protezione e gestione sostenibile delle foreste e attuale Presidente nazionale del Tavolo di coordinamento dei corsi di studio in Scienze forestali e ambientali, e componente del Comitato per lo sviluppo del verde pubblico del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, oggi neo Presidente della prestigiosa Associazione Italiana delle Società Scientifiche Agrarie. Ordinario di Assestamento Forestale e Silvicoltura, è stato eletto all’unanimità Presidente della AISSA nell’ambito dell’Assemblea che si è svolta nel corso del XIV Congresso annuale, quest’anno caratterizzato dal tema “Scienze agrarie, alimentari, forestali e ambientali per la valorizzazione delle aree interne”. A valle dell’elezione, il prof. Marchetti, con la passione e la spinta propulsiva che costantemente accompagna le sue azioni, si è dichiarato entusiasta di contribuire alla missione dell’Associazione; un missione che racchiude la promozione ed il coordinamento scientifico e didattico delle ventuno Società Scientifiche che afferiscono all’AISSA, impegnandosi a rafforzare i rapporti di collaborazione con istituzioni internazionali, nazionali e locali delle aree agrarie, forestali, agroindustriali ed ambientali

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Il ministro Bussetti stanzia 3milioni e 600mila euro per le tre scuole molisane colpite dal sisma

“Ho firmato in queste ore un decreto che stanzia 3milioni e 600 mila euro  per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*