Home / Territorio / L’intervento: “Caro direttore il Molise e il suo ‘non sviluppo’”

L’intervento: “Caro direttore il Molise e il suo ‘non sviluppo’”

Egregio Direttore,

leggo con attenzione lo scritto odierno di Pino Saluppo sul turismo in Molise. E’ una storia vecchia che basa il suo non sviluppo sulla inefficienza dei preposti al suo sviluppo. Mentre le altre regioni si attivano per una pubblicità’ nei luoghi  frequentati – aereoporti, stazioni ecc. -il Molise non risulta anzi per alcuni, stoltamente per arrogante incultura, non esiste. Non esiste perché chi ha il comando del settore non è attivabile. Sono tanti anni che si discute degli scavi di Altilia – più di sei lustri,di Aquileia, di Boiano,  S:polo, Campochiaro ecc. luoghi che videro i nostri antenati azzuffarsi con i romani, e niente si è mosso. In Altilia hanno permesso tutto, adesso anche le pale eoliche.A Morrone c’è un  sito coperto…e così tanti altri. Campitello e Capracotta cosa hanno da invidiare agli altri??? tutto il paradigma esistenziale. In  Molise c’è’ la zona di Isernia, che ancora aspetta di essere scavata; Termoli è’ una bella cittadina adriatica ma attira pochi turisti se non molisani di ritorno. E’ pur vero che in estate le pro loco si attivano per le varie sagre, ma i frequentatori sono sempre molisani che tornano e poi vanno via. Continua con l’Abbazia di S.Vincenzo, Trivento……ed altro ancora si potrebbe…..Infine i mezzi di locomozione….Campobasso Roma circa tre ore e mezzo, se arrivano…Napoli un sacco di tempo….Mi fermo per carità di Molise…. Perciò chi viene eletto per aiutare il turismo!!!!! si dia da fare, anche perché lautamente pagato con  le nostre imposte e sovrimposte….Un saluto al Molise…AA

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

“Campobasso, addio alla città giardino”

“Molte polemiche ha destato in questi giorni l’abbattimento di 3 pini secolari in piazza Falcone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*