Home / Politica / Gli assestamenti della nutrita segreteria particolare del presidente Frattura

Gli assestamenti della nutrita segreteria particolare del presidente Frattura

La nutrita segreteria particolare del presidente della giunta regionale Paolo di Laura Frattura (un plotone di 6 unità),  non trova pace. Non tanto nella composizione e nel numero dei componenti, ormai consolidati, quanto invece nella ripartizione degli incarichi e delle ore di lavoro. Quasi fosse stata colpita da uno sciame sismico, è affetta da  continue scosse di assestamento.  L’ultima è del 20 dicembre 2017 e segue quelle dell’ 8 aprile 2013, del 15 luglio 2013, dell’ 11 settembre 2015, del 24 febbraio 2016, del 2 novembre 2016 e del 2 ottobre 2017. Aggiustamenti, per lo più di ordine finanziario, della categoria e della posizione economica del personale. Stando vicino al “sole”, la segreteria particolare si riscalda meglio e più di tutte le altre segreterie regionali; sul piano della retribuzione e del prestigio è una collocazione che fa gola parecchio. Certo si lavora, si fanno ore di straordinario, e però si guadagna di più. Dal giorno dell’istituzione non ci sono stati grandi cambiamenti strutturali. La segreteria è formata da  Tiziana Pietrangelo, assunta con contratto di diritto privato a tempo pieno (categoria D1); da Giuseppe Di Gregorio – contratto privato a tempo pieno (categoria B1); da Armandino D’Egidio – contratto privato a tempo pieno (categoria D1); da Sabrina Pacitti – contratto privato a tempo pieno (categoria C1); da Emanuela Giacca – contratto privato a tempo parziale 18 ore (categoria C1), e da Maria Tullo – contratto privato a tempo parziale 18 ore (categoria B1). L’ultimo assestamento ha riguardato la Tullo cui è stato rimodulato il contratto di lavoro. Lo dicevamo, sono questi gli aggiustamenti più ricorrenti, soprattutto in rapporto alla consistenza e alla disponibilità del budget assegnato alla presidenza regionale per questo suo servizio particolare (ma quanto costa al contribuente molisano?). Spesso il budget presenta una disponibilità residua che viene utilizzata anche per l’erogazione degli assegni familiari, se spettanti, nonché per compensare eventuali prestazioni di lavoro straordinario, ovvero per rimborsare le spese sostenute in occasione di trasferte fuori sede per i compiti strettamente connessi alle funzioni che la normativa assegna al personale. Quali siano nel dettaglio le funzioni non è cosa nota, né potrebbe esserlo facilmente, data la particolarità del lavoro al servizio delle necessità politiche e amministrative del presidente. Comunque, scosse e non scosse di assestamento, un dato di fatto risulta particolarmente stabile: la funzione di “responsabile” della segreteria particolare da parte della signora Tiziana Pietrangelo. Vista la prossimità della scadenza del mandato del presidente, crediamo non ci sia più tempo per altri aggiustamenti.

Dardo

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Meriti e demeriti, colpe e colpevoli del sistema amministrativo e produttivo

In silenzio, senza strombazzamenti promo pubblicitari, lavora. Un risultato significativo è la elaborazione del report  …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*