Home / Politica / Frattura: “Per la prima volta cala l’Irpef”

Frattura: “Per la prima volta cala l’Irpef”

“Per la prima volta dal 2007 riduciamo l’imposizione fiscale: -0,30% l’addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) e -0,15% l’addizionale all’imposta regionale per le attività produttive (Irap). La riduzione dello 0,30 percento riguarda tutti gli scaglione di reddito. In concreto, chi nel 2016 ha pagato, per fare un esempio, 304 euro di Irpef su un reddito annuo inferiore a 15 mila euro, nel 2017 paga 260 euro”. Così, il presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura nel corso della conferenza stampa. “Abbiamo raggiunto l’obiettivo che c’eravamo dati a inizio legislatura, passare dalla regione con la più alta tassazione in termini di addizionali a una tassazione più adeguata: un passo in questa direzione è stato fatto. Verifichiamo con fatti concreti le ricadute positive di una politica sicuramente di rigore per i primi anni di questa legislatura: mi auguro che questi segnali importanti diventino presto strutturali a certificare ripartenza e ripresa per il nostro tessuto economico regionale.Dal 2007, a causa del disavanzo sanitario, abbiamo subito un incremento costante e continuo dell’imposizione in termini di addizionali regionali. Per l’Irpef, siamo passati nel tempo da un’aliquota allo 0,90% (anno 2004) fino all’1,70% (2010). Dal 2011 fino al 2015 arriviamo al 2,03% per via del doppio incremento, stabilito per una parte dal Governo Monti con il “Salva Italia” e per l’altra parte dalla Giunta regionale sempre a causa dell’ultradeficit sanitario. Nel 2016, finalmente, l’inversione di tendenza possibile grazie al pareggio in termini di gestione del bilancio sanitario regionale. A tutto questo va ad aggiungersi la misura straordinaria nel senso di una tantum, prevista in Legge di stabilità del 2016, con la quale abbiamo cancellato l’Irap per le nuove imprese. Sono interventi, azioni e risultati che evidenziano la qualità del lavoro di riorganizzazione complessiva del Sistema Regione”. Il presidente Frattura ha, poi, preannunciato un’altra conferenza stampa riguardante i risultati raggiunti per la sanità. “Da 60 milioni di deficit di qualche anno addietro andremo a chiudere il 2017 con meno di 18 milioni e la copertura per il pareggio di bilancio sarà possibile grazie al Fondo di solidarietà con le altre regioni. Ciò, ci permetterà di potere assumere oltre 900 figure professionali a partire dalla stabilizzazione dei precari”. Tutto questo, però, sarà oggetto di altra conferenza stampa.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Cotugno: “Riconsiderare le strade della Provincia di Isernia”

Il Presidente del Consiglio regionale del Molise, Vincenzo Cotugno, in una lettera indirizzata al presidente …

Un Commento

  1. Questa è una buona notizia. Abituati, ormai, a continui aumenti, la riduzione dell’addizionale regionale sull’IRPEF è un buon segno. Speriamo che le razionalizzazioni, oltre che far risparmiare qualcosa ai molisani, servano ad alzare anche i livelli qualitativi dei servizi. Sarebbe un buon risultato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*