Home / Campobasso / Chiuso il gabinetto di via Palombo. Un’indecenza di Campobasso

Chiuso il gabinetto di via Palombo. Un’indecenza di Campobasso

“Mi scappa la pipì, mi scappa la pipì….”. Quale motivo, se non questo,  si presta meglio per definire la situazione in essere a Campobasso? Per decenza, igiene e sicurezza è stato, finalmente, chiuso l’indecente bagno pubblico di via Palombo. Ce ne siamo occupati, non più tardi di un mese fa. Ci sorge la domanda: Cosa c’è di più civile in una citta, se non la presenza di bagni pubblici? Adeguati, però, alla civiltà? A Campobasso, invece, gli unici due bagni pubblici esistenti hanno ben poco di spazi civili. Tanto, che quello di via Palombo è stato, finalmente, chiuso dopo il sopralluogo dei Nas “per ragioni di tutela della salute pubblica e fino all’eliminazione degli inconvenienti igienico-sanitari”. Ora, viene meno anche l’indecente struttura che garantiva, in ogni caso, un servizio. In attesa, di lavori urgenti e in attesa che si ponga mano, finalmente, con un’operazione complessiva del rifacimento strutturale dei due bagni di via Palombo e Corso Bucci. E meno male che queste strutture qualcuno, nel passato, le ha pensate e realizzate. Anche se restano chiuse nei giorni festivi. Ma si sa, che in questi giorni non ci sono problemi di natura fisiologica. E siccome non ci sono, vengono utilizzati spazi adiacenti, in pubblica piazza, per sopperire alla manchevolezza. Tutto questo, nell’anno che corre il 2017 e con i sistemi tecnologici e avanzati che consentono un uso civile della città e servizi ai cittadini che ne hanno necessità. Ma, anche, della previsione di una gestione degli stessi affiancata da una videosorveglianza. E che non si abbia più che “la faccio qui…”

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

A Campobasso: le mamme del Cep contro l’amministrazione comunale. “Hanno chiuso anche l’unico parco giochi”

A Roma singoli cittadini, comitati di quartiere, comitati spontanei, associazioni varie sono impegnati a tracciare …

Un Commento

  1. Campobasso totalmente in balia di se stessa, senza una regola né una sanzione nei confronti di chi la deturpa e la disprezza. Cambi marcia se non vuole andare a schiantarsi contro un muro. Che sia un Natale di rinascita e di riscatto per essa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*