Home / Politica / Bilancio, la Corte dei Conti bacchetta la Regione Molise

Bilancio, la Corte dei Conti bacchetta la Regione Molise

Più ombre che luci questo quanto emerge dalla relazione della Corte dei Conti regionale del Molise sull’andamento delle entrate e delle spese da parte della Regione.  Il quadro che emerge è quello di un bilancio che presenta alcuni punti di forte criticità. Tra quelli esaminati:  la spesa sanitaria e  le  Partecipazioni societarie della Regione Molise.   “Come  noto – questo  quanto relazionato in aula – la Regione Molise ha sottoscritto il Piano  di rientro dal  debito del disavanzo  sanitario  in applicazione dell’obbligo disposto  dalla legge all’interno della Finanziaria e dell’intesa Stato Regioni del 23 marzo 2005 di proporre un Piano di rientro dal deficit sanitario accertato, per la cui attuazione è stato nominato un commissario ad acta”. La regione Molise al termine del triennio non ha però raggiunto gli obiettivi .  Conclusione : la Regione non ha dato attuazione a quanto era stato invece previsto dal legislatore e se è vero che al 31 dicembre  2016 il saldo era positivo e pari a quasi 206milioni  di euro tali risorse  sono state assorbite da precedenti mutui, trasferimenti, e altri finanziamenti che necessitavano di essere pagati. Alla fine dei conti risulta pertanto un disavanzo di più di 527milioni. Pe le Partecipate della Regione Molise invece  in virtù di un processo di razionalizzazione delle partecipazioni in modo da conseguire la riduzione delle stesse entro il 31 dicembre 2015,  la Regione – questo quanto emerso – non si è mai dotata di un Piano di razionalizzazione integrativo che comprenda anche le partecipazioni indirette.  Diverse sono state poi le criticità riscontrate in ordini a casi specifici che possono sintetizzarsi, nella diffusa presenza di società i cui bilanci chiudono in perdita, nell’elevato livello di indebitamento, nella carenza di interventi di carattere strutturale, con specifico riferimento soprattutto al caso, ripetutamente riscontrato anche negli anni passati, di versamento a copertura delle perdite, nella forte dipendenza degli organismi della Regione. La  relazione ha così concluso chiedendo “alla Sezione regionale di voler parificare il rendiconto generale della Regione Molise per l’esercizio finanziario 2016, ad eccezione dei capitoli oggetto dei rilievi di irregolarità come indicati, appunto, nella Relazione della Sezione Regionale di Controllo e con le riserve specificate nella relazione”.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Cavaliere: “Cinghiali, le misure straordinarie”

Emergenza cinghiali, per l’assessore regionale, Nicola Cavaliere, i possibili passi. “Due importanti incontri stamane in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*