Home / Politica / Accordo di programma a San Giovannello, fibrillazioni in maggioranza

Accordo di programma a San Giovannello, fibrillazioni in maggioranza

Una pratica gestita male, anzi malissimo. Ci riferiamo all’Accordo di programma tra il Comune di Campobasso e alcuni privati per la realizzazione di 110 appartamenti in area San Giovannello. La pratica, dopo essere stata ritirata una volta e comparsa nell’ultima seduta del Consiglio comunale, tornerà in agenda il prossimo 14 dicembre. Un’ amministrazione comunale sempre restia  ai  piani di lottizzazione, basti vedere per tutte quella negata a Sant’Antonio abate dove è sorto uno squallido e oggi fatiscente complesso di alloggi popolari, ma che oggi sta tentando in tutte le maniere di portare a compimento l’ Accordo a San Giovannello che presenta non poche perplessità normative e procedurali.  In primo luogo, è già stato firmato un accordo di programma con soggetti privati, laddove la normativa  prevede che tale strumento possa essere concluso solo tra amministrazioni pubbliche. In secondo luogo, non tiene conto dell’obbligo di evidenza pubblica  per le opere di plusvalenza (palestra, alloggi, completamento strada comunale) previsto dal nuovo codice degli appalti. Ancora,  viene previsto l’obbligo a carico dei privati proponenti, di cedere un’area per la realizzazione di un polo scolastico, con costi a carico del Comune e di coordinarsi con la tempistica di un concorso di idee in materia di scuole che è stato segnalato all’Anticorruzione per forti dubbi di legittimità. Proprio in queste ore, poi, il Comitato genitori degli alunni della scuola media Montini ha proposto l’abbattimento della scuola in essere e la costruzione, su quel sito, del nuovo edificio scolastico. Una scelta che privilegerebbe la scuola di quartiere e il mantenimento complessivo dell’area. Situazioni che hanno creato fibrillazioni politiche all’interno della stessa maggioranza e la richiesta di azzeramento della Giunta a partire, proprio, dal’assessorato all’Urbanistica.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Toma: “Hospice di Larino, un vanto sanitario per il Molise”

“Mi sono insediato da quindici giorni, ho trovato tanti problemi e molte sono le sfide …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*