Home / Politica / 55 scuolabus ai Comuni. Frattura: “Miglioriamo i servizi nelle aree interne e alle famiglie”
Campobasso - conferenza stampa Frattura - Facciolla

55 scuolabus ai Comuni. Frattura: “Miglioriamo i servizi nelle aree interne e alle famiglie”

Sono 55 gli scuolabus assegnati dalla Regione Molise ad altrettanti Comuni. A questi mezzi si aggiungono 41 Bobcat e 13 auto per i disabili. La spesa è stata pari a 4 milioni e 700mila euro derivanti da fondi europei relativi allo sviluppo rurale. Obiettivo della Regione,  incentivare l’efficientamento e la creazione di servizi essenziali di base diffusi sul territorio nella considerazione del costante e continuo calo demografico e delle difficoltà degli enti locali di assicurare alla popolazione l’accesso ai servizi essenziali (scuole, ambulatori, tutela del territorio, ecc…). A presenziare al momento della firma per la stipula delle concessioni di uso gratuito, il presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura e l’assessore regionale all’agricoltura, Vittorino Facciola. Proprio quest’ultimo ha sottolineato l’importanza di garantire servizi in quelle realtà che stanno conoscendo un pericoloso spopolamento. “Proprio dall’esperienza fatta come sindaco di San Martino in Pensilis – ha detto Facciolla – e rendendomi conto come la maggior parte degli scuolabus fossero vecchi e usurati e con le amministrazioni comunali impossibilitate a comprarne di nuovi, si è pensato di studiare un bando aperto ai comuni per l’acquisto di 55 mezzi. Hanno risposto 59 comuni ma quattro non avevano i requisiti. Oggi, la firma delle concessioni e il 21 novembre una manifestazione a Campochiaro voluta dalla Fiat Tessitore che si è aggiudicata la gara. Credo, che si tratti di un buon primo passo”. Per il presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura, due i punti qualificanti. “Il primo, è in linea con la politica di questa Giunta ovvero restituire competitività e facilitazioni ai territori interni. Uno dei passi è quello di migliorare i servizi. Il secondo, di procedere attraverso regole precise e bandi trasparenti e aperti a tutti. Gli scuolabus rientrano, ancora, nella logica dei plessi intercomunali e garantiscono famiglie e ragazzi negli spostamenti”.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Le discariche sarebbero dovute scomparire e invece si allargano

Dicono che esista il Piano regionale dei rifiuti, ma dicono pure che sia solo sulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*