VY Canis Majoris sta morendo, gli astronomi stanno guardando

I modelli 3D di oggetti astronomici possono essere ridicolmente complessi. Possono variare da buchi neri in cui la luce non può nemmeno sfuggire alla dimensione letterale dell’universo e tutto il resto. Ma non tutti gli oggetti hanno ricevuto l’attenzione necessaria per sviluppare un modello completo per esso, ma possiamo ufficialmente aggiungere un altro modello molto complesso alle nostre liste. Gli astronomi dell’Università dell’Arizona hanno sviluppato un modello di Vy Canis Majors, un’ipergigante rossa molto probabilmente la stella più grande della Via Lattea. Useranno questo modello per prevedere come morirà.

Come sia morta la gigante rossa hyper è stata oggetto di alcune polemiche ultimamente. All’inizio, gli astronomi pensavano che fossero semplicemente esplosi in una supernova, come fanno molte altre stelle. Tuttavia, dati più recenti mostrano una diminuzione significativa delle supernove rispetto ai numeri che ci si aspetterebbe se la supernova gigante rossa esplodesse noi stessi in questo modo.

La teoria prevalente ora è che molto probabilmente collasserebbero in un buco nero, che è molto più difficile da osservare direttamente rispetto alle supernove inizialmente proposte. Non è chiaro quali esattamente le proprietà delle stelle si evolveranno in buchi neri e da scoprire; Sarebbe utile avere un modulo.

Il video dello Utah discute di come possono diventare grandi le stelle.

Entra nella squadra da UA. Hanno scelto VY Canis Majoris come un’ottima alternativa al tipo di iper-profondità rossa di cui erano interessati a saperne di più. La stella stessa è massiccia, con una dimensione compresa tra 10.000 e 15.000 unità astronomiche, il che significa che potrebbe raggiungere da 10.000 a 15.000 volte più lontana dalla Terra rispetto al Sole oggi. Dista solo 3.009 anni luce dalla Terra così com’è. Questo rende VY Canis Majoris, situato nella costellazione meridionale del Canis Major, affascinante per gli osservatori.

READ  Questo concetto di colonia marziana immagina come potrebbero essere le abitazioni sostenibili fuori dal pianeta

Le sue dimensioni e la vicinanza al nostro sistema solare lo rendono un ottimo candidato per l’osservazione. Grazie a buoni dati di osservazione, gli astronomi possono vedere l’incredibile complessità di come appare effettivamente la superficie della stella.

Uno dei processi primari nella morte di una stella è la perdita di massa. Di solito, ciò si verifica quando gas e polvere vengono espulsi uniformemente dalla fotosfera della stella. Tuttavia, in VY Canis Majoris, ci sono enormi caratteristiche simili agli archi coronali della Terra ma un miliardo di volte più grandi.

Un’immagine misurabile che mostra quanto sia massiccio il VY Canis Majoris rispetto al nostro Sole.
Credito – Utente di Wikipedia Svartkell

I ricercatori di UA hanno utilizzato il tempo su ALMA per raccogliere segnali radio dalla materia lanciata nello spazio come parte di queste esplosioni. Queste sostanze, tra cui anidride solforosa, biossido di silicio e cloruro di sodio, gli permetteranno di rilevare la velocità con cui ci si sta muovendo, piuttosto che solo la presenza statica di altri proiettili, come la polvere. Per fare ciò, hanno dovuto allineare tutte le 48 antenne ALMA e raccogliere più di terabyte di dati per ottenere le informazioni corrette.

L’elaborazione di tutti i dati raccolti può essere molto difficile e stanno ancora lavorando su alcuni di essi. Tuttavia, finora hanno avuto abbastanza per presentare i loro risultati all’American Astronomical Society a metà giugno. Quando avranno più dati, saranno in grado di descrivere un modello migliore di come appare una delle stelle più grandi della galassia. E un giorno, in un lontano futuro, questo modello di ciò che accadrà all’enorme gigante rossa potrebbe avere la possibilità di testarlo quando VY Canis Majoris finalmente morirà ufficialmente.

Scopri di più:
UA – Assistere alla morte di una rara stella gigante
Singh et al- Molecole e deflussi in NML Cygni: nuove informazioni da una scansione di linea spettrale da 1 mm
Utah – VY Canis Majoris “Come Betelgeuse con gli steroidi”
Utah – Hubble vede una stella gigante che sta per morire

READ  Potrebbe essere il più grande aggiornamento per iPad di sempre dopo pochi giorni

immagine principale:
Rappresentazione artistica di VY Canis Majoris
Credito – NASA/ESA/Hubble/R. Humphreys, Università del Minnesota/J. Olmsted, STScI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.